Edizione:

Aggiornato il:19 Settembre 13:04.

scritta banner

 
 

In attesa il raduno dei Sommadossi - Ranzo

190423 Sommadossi 2Sabato 14 settembre 2019 si terrà a Ranzo il primo raduno dei Sommadossi.

RANZO - Il cognome Sommadossi è nato a Ranzo verso la metà del 1500. Pietro Gendroni, nato a Ranzo intorno al 1530, abitava nella casa in cima al dosso che appare a chi sale da Castel Toblino lungo la Valle di Ranzo. Probabilmente da secoli, quando ancora si parlava un latino che si sarebbe trasformato in volgare e quindi in italiano, questa località era detta Summa Dossi; ancora oggi il toponimo e la via che lo percorre si chiama Somados. Così i figli di Pietro, nati quando da noi si formavano i primi cognomi, furono battezzati con il cognome derivato dal soprannome del padre, Pietro detto El Somados. Per cinque generazioni, circa un secolo e mezzo, i Sommadossi rimasero tutti in paese. Nel 1703, durante la guerra di successione spagnola, portata nei nostri paesi dal generale francese Vendôme, a Ranzo si combatté la più cruenta battaglia della breve (per il Trentino) guerra. Il paese fu bruciato e raso al suolo. Giuseppe Sommadossi fu l’unico paesano morto in battaglia, ma nei mesi successivi ben 25 adulti, su un totale di circa 100 abitanti, morirono di fame e di stenti. Il padre di Giuseppe si chiamava Bartolomeo e aveva altri 2 figli sposati: Domenico e Simone. Ognuno dei 3 chiamò il primogenito, com’era prassi, col nome del nonno, Bartolomeo. Così, per distinguere i cugini nacquero 3 soprannomi, 2 ancora in uso a Ranzo: Mozi, Mori e Podestà. Podestà si estinse nel giro di poche generazioni. Un altro soprannome, Ghisloti, era già presente dalla generazione precedente e l’ultimo, Parisini, derivò da Paride (Paris in latino), vissuto all’inizio del 1700. Causa la difficile situazione in cui si trovava il paese, due dei giovani sopravvissuti si trasferirono in valle: Pietro dei Mori a Padergnone e Giovanni Antonio dei Ghisloti a Castel Toblino. Il primo Sommadossi di Padergnone fu Domenico, nato nel 1706, figlio di Pietro; la prima di Castel Toblino fu Maria Elisabetta, 1707, figlia di Govanni Antonio. Cominciò così la “diaspora” dei Sommadossi. I Ghisloti da Castel Toblino si sparsero in tutto il Trentino e in buona parte dell’Italia del Nord. I Mori si insediarono a Padergnone, dove ancora sono numerosi, e anch’essi in seguito emigrarono nel Nord Italia e in Argentina. I Sommadossi di Ranzo restarono a vivere in paese a lungo, fino verso la metà del 1800, quando alcuni emigrarono in Argentina. Verso la fine del 1800, un paio di famiglie dei Parisini si trasferirono alle Sarche dove hanno dato origine ai Sommadossi “Casaloti” e “Felizioti”.Un discendente dei Ghisloti, Lorenzo Sommadossi, emigrato da Torbole in Australia, qualche anno fa ha creato il Gruppo Sommadossi su Facebook, attualmente composto da 148 membri. L’anno scorso ha lanciato l’idea di un raduno dei Sommadossi da tenersi a Ranzo il 14 settembre del 2019. I Sommadossi di Ranzo, anche quelli di mamma Sommadossi come me, si stanno organizzando per realizzare questo evento e per renderlo memorabile. Abbiamo già tenuto una prima riunione con la presenza di Nicoletta Sommadossi di Bolzano, nominata da Lorenzo segretaria del raduno. Si è già formato un comitato che si ritroverà a scadenze sempre più frequenti per coordinare tutte le attività necessarie alla buona riuscita dell’evento. Hanno dato la loro disponibilità i Gruppi Anziani e Alpini del paese. La Pro Loco è in fase di rinnovo ma sicuramente non mancherà di dare il suo supporto. Si accettano consigli e suggerimenti da parte di chiunque, anche non Sommadossi.

190423 Sommadossi 1

Nelle foto: la prima immagine rappresenta Mansueto Sommadossi, emigrato in Argentina verso il 1880, capostipite di numerosa discendenza. Forse qualcuno sarà presente al raduno.

La seconda fotografia ritrae la contessa di Toblino in visita alla Famiglia Cooperativa di Ranzo nel 1901. La casa sulle cui scale sta in posa con il numeroso seguito e con la presenza di alcuni ranzesi, è dei Sommadossi Mozi.

itenfrdeplptrorues

Prossimi eventi

22 Set
MARGONE - Festa d'Autunno volo libero
Data 22 Set 2019 10:00 - 16:30
23 Set
SARCHE - Il comune incontra i censiti
Data 23 Set 2019 20:00 - 21:00
30 Set
CALAVINO - Il comune incontra i censiti
Data 30 Set 2019 20:00 - 21:00
4 Ott
LASINO - Festa della zucca
Data 4 Ott 2019 19:00 - 6 Ott 2019 20:00
7 Ott
PERGOLESE - Il comune incontra i censiti
Data 7 Ott 2019 20:00 - 21:00
20 Ott
PERGOLESE - La Grasparola
Data 20 Ott 2019 08:30 - 09:30

Notizie Regionali

18 Set 2019 - Scuderia Pintarelli
Ottimi risultati al rally - San Martino di Castrozza

Weekend di podi per la Scuderia Pintarelli

17 Set 2019 - Oriana Bosco
Pronti per la Festa dell'Uva - Giovo

62° Festa dell’Uva di Verla di Giovo: tradizione, spettacolo e comunità.

17 Set 2019 - APT Val di Sole
Latte in festa - Rabbi

Grande conclusione il 21 e 22 settembre 2019 in Val di Rabbi per il gustoso evento “Latte in Festa”.

17 Set 2019 - Gustavo Vitali
Fassa Sky Expo 2019, novità per il volo libero

La sesta edizione della rassegna legata al volo libero in deltaplano e parapendio si terrà a Campitello [ ... ]

Nazionali

17 Set 2019 - Bruna Biagioni
Hikikomori: facciamo chiarezza - Italia

Un nuovo disagio che riguarda i giovani si affaccia oggi all’attenzione delle cronache: è quello dei [ ... ]

17 Set 2019 - Club Alpino Italiano
In Carnia lungo il sentiero CAI - Friuli

Tra natura e storia in Carnia con il CAI.

Fuori Valle

22 Set
PERGINE VALS: - Camminata per la Vita
Data 22 Set 2019 09:00 - 13:00
22 Set
GIOVO - Marcia dell'uva
Data 22 Set 2019 09:00 - 12:00
4 Ott
TRENTO - Concerto Coro Paganella
Data 4 Ott 2019 20:30 - 21:30

Frase del giorno

Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare.
Friedrich Nietzsche
 

Menu utente