Edizione:

Aggiornato il:21 Luglio 19:17.

scritta banner

 
 

Ricerca batiscafica reperto storico - Lago di Cavedine

O190401 Batiscafo 12perazione "Senso": per la ricerca di un prezioso reperto storico.

LAGO DI CAVEDINE – Tra pochi giorni, per iniziativa dell'I.H.O.F.V.-Institut Historische Ozeanographische Forschung Vaduz/Istituto Superiore Ricerche Oceanografiche Storiche Vaduz, con sede amministrativa e cantiere nautico nel Principato del Liechtenstein-Fürstentum Liechtenstein, diretto dal prof. Hans Datriker, inizierà una inusuale ricerca di un preziosissimo reperto che recenti studi storici hanno presumibilmente individuato nella parte sud-orientale dello specchio lacuale di Cavedine nel Trentino occidentale. Lago alpino posto ad una quota altimetrica di 214 metri, dalla superficie di 1,1 Kmq, una profondità massima di 60 metri e che viene alimentato dal fiume Sarca e dall'omonimo bacino idrografico. Il reperto che viene cercato fa parte del patrimonio nella nobildonna veneziana Livia Serperi. Per lo più si tratta di preziosi ed antiche monete dall'inestimabile valore. Preziosi menzionati nel racconto storiografico di Camillo Boito (Roma, 30 ottobre 1836 – Milano, 28 giugno 1914) celeberrimo architetto, scrittore e accademico italiano ed autore del racconto “Senso” pubblicato a Milano nel 1883. Fatto accaduto a Venezia durante l'occupazione austriaca nella 3ª Guerra d'Indipendenza, dove la nobile donna fu costretta a rinnegare tutti gli ideali di indipendenza, sino al tradimento dei suoi compagni più cari e della stessa causa veneziana, per l'amore infrenabile nei riguardi del giovane ufficiale austriaco Remigio Ruz, con il quale trascorse alcune notti d'amore in una villa adiacente il lago di Cavedine. Fatto storico illustrato, nel 1954, dal regista Luchino Visconti nell'omonimo film in technicolor “Senso” interpretato da Alida Valli e Granger Farley e la partecipazione di Massimo Girotto per la casa cinematografica Lux Film. Per consentire queste ricerche nelle profondità delle acque del lago di Cavedine è stato necessario noleggiare uno speciale batiscafo. Piccola unità sommergibile ad auto-propulsione progettata per sostenere gli elevati carichi della pressione lacuale, e per riuscire, nel caso di una ricerca positiva, a sollevare il prezioso carico che si presume possa essere superiore ai 180 kg. Per tale motivo il batiscafo potrà ospitare un solo operatore per limitare al massimo il suo peso complessivo. Le manovre per la messa in acqua saranno coordinate da una equipe di sommozzatori del “Centro Nautico Ligure Spezzino” con il supporto di una equipe medica dotata di un mini ospedale da campo, con camera iperbarica ed un centro mobile per la rianimazione fisiopatologica. Tempo stimato per l'operazione di ricerca tra le 8-10 ore, ma se lo speciale ecoscandaglio-sonar installato a bordo del batiscafo individuerà prima la cassa metallica, l'operazione potrà durare anche meno e concludersi nel primo pomeriggio.

Descrizione tecnica del batiscafo “ Vaduz 4-2017 "

Il mini batiscafo può raggiungere una profondità massima di 554 metri (1817 piedi). Le sue dimensioni estremamente ridotte (5,1 x 2,20 x 3,4 m) lo rendono particolarmente utile per questo tipo di ricerche. La struttura esterna è realizzata con uno speciale acciaio inox ed anteriormente è dotato di una “vetrata” in acrilico semisferico dallo spesso di 134 mm. E' alimentato da 4 motori (+1 di riserva) grazie a 28 batterie Li-Ion. E' provvisto di un triplo braccio robotizzato con 9 gradi operativi per interagire adeguatamente e recuperare così quanto adagiato sui fondali. É stato progettato e costruito, nell'aprile 2017, nei cantieri navali della capitale Vaduz nel Principato del Liechtenstein, con un costo complessivo di 2,7 milioni di franchi svizzeri. Il batiscafo sarà diretto dal Capitano di Vascello ing. nautico Franz de Hoberställer, mentre il controllo remoto delle delicate fasi di recupero del prezioso carico dalla banchina lacuale approntata nella zona a sud del lago di Cavedine dal perito nautico Hellena Struffen e dal tecnico informatico Michel Tagger, mentre l'equipe medica sarà diretta dal prof. Peter Swinner.

nelle foto: lo specchio lacuale, il batiscafo "Vaduz 4-2017", il prezioso tesoro nel fondale del lago, il cantiere nautico a Vaduz nel Principato del Liechtenstein, le locandine del film “Senso”.

190401 Batiscafo 01190401 Batiscafo 03190401 Batiscafo 04190401 Batiscafo 05190401 Batiscafo 06190401 Batiscafo 10190401 Batiscafo 14190401 Batiscafo 15190401 Batiscafo 16190401 Batiscafo 02

itenfrdeplptrorues

Prossimi eventi

22 Lug
CAVEDINE - Filò d'arte e cultura
22 Lug 2019 20:30 - 21:30
23 Lug
VEZZANO - Assemblea circolo Noi S.Lucia
23 Lug 2019 20:30 - 21:30
26 Lug
STRAVINO - Stravinario
26 Lug 2019 20:00 - 28 Lug 2019 21:00
1 Ago
CAVEDINE - Filò d'arte e cultura
1 Ago 2019 20:30 - 21:30
2 Ago
MARGONE - Festa dei bidoni
2 Ago 2019 19:00 - 22:30
14 Set
RANZO - Raduno dei Sommadossi
14 Set 2019 08:00 - 20:00

Notizie Regionali

19 Lug 2019 - Soccorso Alpino Trentino
Soccorso in montagna - Andalo

Intervento sul Piz Galin: donna elitrasportata all’ospedale Santa Chiara in gravi condizion.

19 Lug 2019 - Franco Bussola
Fiamme al distributore - Arco

Preoccupante incendio al distributore carburanti.

16 Lug 2019 - Pegasomedia
«Trento Bondone», una macchina complessa - Trento

La Scuderia Trentina puntualizza alcuni aspetti. Non c'è dubbio. La 69ª edizione della «Trento Bondone» [ ... ]

12 Lug 2019 - Comando Truppe Alpine
Nuova sezione sportiva alpina - Brunico

Inaugurata la sezione sportiva Esercito “Alto Adige”.

Nazionali

20 Lug 2019 - Ski Area San Pellegrino Media Relations
L'alba sulle Dolomiti - Passo San Pellegrino

Lo spettacolo dell'alba dal Col Margherita.

11 Lug 2019 - Comando Truppe Alpine
Esercitazione alpina internazionale - Auronzo di Cadore (BL)

Gli alpini alle Tre Cime di Lavaredo. Le Truppe Alpine in esercitazione internazionale in Veneto.

Fuori Valle

24 Ago
LAGO DI CALDONAZZO - Trentino Swimrun Weekend
24 Ago 2019 10:00 - 25 Ago 2019 13:00
8 Set
AVIO - Palio delle Botti
8 Set 2019 11:00 - 18:30
15 Set

Frase del giorno

Esistono solo due modi di vivere la vita. Uno è come se niente è un miracolo. L'altro è come se qualsiasi cosa è un miracolo.
Albert Einstein
 

Menu utente