Edizione:

Aggiornato il:16 Luglio 08:22.

scritta banner

 
 

L'assemblea del Consorzio Miglioramento Fondiario - Cavedine

181202 Consorzio 2Giovedì 29 novembre 2018 alle ore 20.00 si è riunita l’assemblea Generale del Consorzio di Miglioramento Fondiario Trebi e Pozze.

CAVEDINE - Sono intervenuti numero 50 consorziati rappresentanti numero 90 voti e numero 6 deleghe rappresentanti numero 10 voti. Totale voti da assegnare numero 100. L’ordine del giorno prevedeva la relazione sullo stato dell’appalto dei “lavori di recupero agricolo e ambientale area collinare versante est-nord-sud del lago di cavedine – primo intervento” e l'approvazione riparto oneri (ruoli a carico consorziati) derivanti dai lavori di realizzazione del progetto “lavori di recupero agricolo e ambientale area collinare versante est-nord-sud del lago di Cavedine – primo intervento”.

181202 Consorzio 1181202 Consorzio 3

Di seguito il verbale completo dell'assemblea.

La presidente Beatrice Pedrotti (nella foto) ha proceduto alla lettura della relazione sullo stato dell'appalto dei lavori. All’assemblea la presidente ha ritenuto opportuno invitare il dott. Lorenzo Cattani - Direttore della Federazione provinciale dei Consorzi Irrigui e di miglioramento fondiario di Trento, il dott. Daniel Pancheri quale consulente della Federazione dei Consorzi irrigui e di miglioramento fondiario di Trento per le gare di appalto, il dott. Bruno Lutterotti Presidente della Cantina di Toblino e il sig. Planchenstainer Giorgio della società cooperativa Agraria Riva del Garda. Invitati e presenti anche i rappresentanti delle ditte e i tecnici che hanno vinto le gare di appalto, invitati per la presentazione ufficiale all’Assemblea.

La Presidente prende la parola:

“Buona sera e benvenuti a tutti voi, vi ringrazio della presenza.

L'assemblea generale ordinaria del consorzio di miglioramento fondiario Trebi e Pozze, è stata convocata in data odierna per l'approvazione del riparto oneri (ruoli a carico consorziati) derivanti dai lavori di realizzazione del progetto “lavori di recupero agricolo e ambientale area collinare versante est nord-sud del lago di cavedine – primo intervento”, come riportato nell'avviso di convocazione regolarmente inviato per posta e affisso alle bacheche del Consorzio.

Ringrazio inoltre della disponibilità e della presenza qui, questa sera, il dott. Lorenzo Cattani Direttore della Federazione provinciale dei Consorzi Irrigui e di miglioramento fondiario di Trento, il dott. Daniel Pancheri quale consulente della Federazione dei Consorzi irrigui e di miglioramento fondiario di Trento che ci ha dato supporto nella procedura di appalto e il dott. Bruno Lutterotti Presidente della Cantina di Toblino e il sig. Planchenstainer Giorgio della società cooperativa Agraria Riva del Garda.

Questa sera vi presentiamo ufficialmente le ditte ed i tecnici che hanno vinto le gare d’appalto dei lavori, quali:

ing. Raia Giorgio di Trento per la Direzione dei Lavori in associazione temporanea d’impresa con T&D Studio di Ingegneria Associato e dott. Claudio Baldessari;

ing. Giovanni Periotto di Vallelaghi (fraz. Padergnone) per il Coordinamento Sicurezza del Cantiere;

RTI tra Impresa Costruzioni F.lli Pedrotti sas quale impresa capogruppo mandataria con Pedrotti Impianti srl, Idrotech srl, Tecnoimpianti Paternoster srl e Tasin Tecnostrade srl per i lavori di realizzazione dell’impianto irriguo;

LB Costruzioni Elettriche di Luca Baldessari di Vallelaghi (fraz. Padergnone) per l’automazione dell’impianto.

Stasera auspico andremo ad approvare il contributo per i lavori dovuto dai consorziati, stabilito secondo un equo principio di suddivisione della spesa che prevede il pagamento a carico dei consorziati che beneficeranno dell’impianto irriguo.

Vorrei per questo ripercorrere con voi il percorso seguito dal progetto e dal successivo appalto per dar modo all'assemblea di avere il quadro completo dell’iter burocratico, articolato e complesso che è stato seguito:

l'assemblea generale di data 21.05.2012 ha approvato il progetto;

in data 09 settembre 2016 prot. 471015 è stata depositata la domanda di finanziamento a sensi della legge provinciale n. 4/2003 presso gli uffici provinciali;

con determinazione del dirigente n. 1157 di data 20/12/2016 è stato approvato e finanziato dal Servizio Agricoltura della Provincia Autonoma di Trento il progetto di realizzazione dell'impianto irriguo consorziale 1° lotto dell'importo di progetto di euro 2.451.246,47 per un importo complessivo arrotondato (spesa ammessa) di euro 1.957.650,00 sul quale è stato concesso un contributo in conto capitale pari ad euro 1.566.120,00 corrispondente al 80% della spesa ammessa;

nel corso del 2017 è stata perfezionata la domanda di contributo presentata al servizio Agricoltura della Provincia Autonoma di Trento, e sono state deliberate, da parte del Consiglio dei delegati, le modalità ed i criteri per la scelta delle imprese e dei professionisti dei lavori inerenti il progetto;

nella seduta n. 2/2017 del 13/04/2017 è stato deliberato di incaricare un consulente della Federazione provinciale dei Consorzi Irrigui e di Miglioramento Fondiario individuato nel dott. Pancheri Daniel.

nella seduta n. 3/2017 del 22/05/2017 è stato deliberato di incaricare il presidente allora in carica, ing. Maffei e dott. Stenico di fissare i criteri per i bandi di gara necessari per l'aggiudicazione dei lavori.

nella seduta n. 4/2017 dd. 25/07/2017 è stato deliberato di indire 4 gare d'appalto, lavori, direzione lavori, sicurezza e automazione, di nominare delle commissioni con componenti iscritti in appositi albi con spesa a carico della ditta vincitrice la gara, i criteri per la valutazione dell'offerta;

In seguito la provincia con lettera del 27/09/2017 prot. S164/2017/523139/10.2-2013-36 ha comunicato "la necessità di variare l'importo dei lavori a base d'asta scorporando da esso le spese relative all'allacciamento elettrico pari a euro 71.736.30 ed inserendo queste ultime nelle somme a disposizione" rideterminando l'importo dei lavori a base d'asta in euro 1.246.258,58 inizialmente quantificati in euro 1.316.258,58;

nella seduta n. 5/2017 del 17/10/2017 è stato redatto e deliberato l'elenco parziale professionisti da invitare alle gare per sicurezza e direzione lavori;

nella seduta n. 6/2017 del 05/12/2017 sono state deliberate le modalità di affidamento delle funzioni di coordinatore per la sicurezza e l'elenco dei professionisti da invitare, le modalità di affidamento delle funzioni di direttore dei lavori e l'elenco dei professionisti da invitare, le modalità di affidamento dei lavori di automazione e l'elenco delle ditte da invitare;

nella seduta n. 7/2017 del 18/12/2017 è stata deliberata la nomina della commissione di valutazione delle offerte tecniche dei lavori;

nella seduta n. 2/2018 dd. 15/01/2018 sono stati convocati il dott. Pancheri e il progettista ing. Maffei per spiegazione al consiglio dei delegati dello stato dell'arte delle gare d'appalto e del progetto;

nella seduta n. 3/2018 del 08/02/2018 è stata deliberata la sospensione dei lavori della commissione tecnica per la valutazione delle offerte dei lavori in quanto uno dei tecnici invitati a presentare l'offerta per l'incarico di direttore dei lavori è risultato essere stato nominato nella commissione di valutazione delle offerte dei lavori e a fini di tutela e di opportunità è stata integrata la commissione stessa con nuovo professionista, ed è stata nominata la commissione tecnica per la valutazione delle offerte per l'incarico di direzione dei lavori, composta da dott. Pancheri consulente federazione, geom. Silvano Cattoi e geom. Conti Cristina che hanno esperito il loro incarico gratuitamente;

in data 29/01/2018 si è svolta l'apertura delle offerte riguardanti l'affidamento dell'incarico di coordinatore per la sicurezza in fase esecutiva dei lavori, dalla quale è risultato vincitore l'ing. Periotto Giovanni di Padergnone;

in data 29/01/2018 si è svolta l'apertura delle offerte riguardanti l'affidamento dei lavori di automazione dell'impianto irriguo, dalla quale è risultata vincitrice la ditta LB costruzioni elettriche di Padergnone;

in data 29/01/2018 si è svolta l'apertura delle offerte tecniche riguardanti l'affidamento dell'incarico di direzione dei lavori che è stata sospesa per soccorso istruttorio in quanto un professionista aveva presentato la domanda non completa di tutti gli allegati, successivamente in data 19/02/2018 a seguito di integrazione si provvedeva all'apertura delle offerte tecniche;

in data 26/02/2018 si è riunita la commissione per la valutazione dell'offerta tecnica per l'incarico di direzione dei lavori e in seguito in data 05/03/2018 si è svolta l'apertura delle offerte economiche per l'incarico di direzione lavori dalle quali risulta vincitore l'ing. Raia Giorgio di Trento, il 07/03/2018 è stato comunicato ai tecnici partecipanti alla gara il risultato della stessa e la nomina del vincitore verrà ufficializzata nella seduta del consiglio del 05.04.2018 al termine dei 30 giorni stabiliti dalla legge per presentare ricorso da parte degli esclusi;

in data 10.04.2018, a seguito della nomina del direttore dei lavori, si è provveduto a comunicare alla commissione tecnica incaricata per la valutazione delle offerte (sui lavori) di riprendere la valutazione;

in data 16.05.2018 la commissione ha comunicato l’esito della valutazione delle offerte tecniche;

in data 21.05.2018 si è proceduto all’apertura delle buste contenenti le offerte economiche dei concorrenti ammessi, richiedendo alla ditta risultante prima in graduatoria, la presentazione dei giustificativi così come evidenziati dalla commissione, stabilendo il termine per la consegna entro 10 giorni dal ricevimento della PEC;

che in data 27.06.2018 la commissione tecnica ha richiesto ulteriore integrazione ai giustificativi, stabilendo il termine per la consegna degli stessi il 06.07.2018;

che in data 30.07.2018 la commissione ha comunicato l’esito della valutazione della congruità dell’analisi delle giustificative dei prezzi d’offerta;

in data 13.08.2018 si è proceduto alla comunicazione dell’esito circa la congruità dell’offerta risultata prima classificata;

il 13.08.2018 si è provveduto a dichiarare conclusa la fase di valutazione della congruità dell’offerta del concorrente primo classificato nella graduatoria, e si è confermata quindi l’aggiudicazione dell’opera al costituendo RTI tra Impresa Costruzioni F.lli Pedrotti sas quale impresa capogruppo mandataria con Pedrotti Impianti srl, Idrotech srl, Tecnoimpianti Paternoster srl e Tasin Tecnostrade srl quali imprese mandanti, prima classificata nella graduatoria finale dei punteggi assegnati ai concorrenti;

in data 20.08.2018 è stata presentata richiesta di copia degli atti di gara da parte della seconda classificata, e pertanto si è attesa la scadenza dei giorni previsti per la presentazione di eventuali possibili ricorsi;

in data 17.09.2018 la ditta F.lli Pedrotti ha presentato parte della documentazione necessaria per la sottoscrizione del contratto, e, ad oggi, stiamo attendendo la scrittura notarile di costituzione dell’ATI per concludere la scrittura del contratto;

Questo il percorso burocratico del progetto e dell’appalto, che auspico si potrà concludere a seguito dell’approvazione da parte dell’assemblea del riparto delle spese, approvazione necessaria per la sottoscrizione dei contratti con le ditte e i professionisti per poter dar corso ai lavori.

Questa sera pertanto è necessario approvare il riparto degli oneri, ovvero i ruoli a carico dei consorziati, derivanti dai lavori di realizzazione dell’impianto irriguo. Vi riassumo i passaggi che hanno determinato l’importo del riparto.

Il progetto redatto dall’ing. Maffei, ed approvato da questa spett.le assemblea nel 2012, prevede un importo di euro 2.451.264,47.

Con nota di data 14 marzo 2017 prot. n. S164/2017/145524/10.2-2013-13 la PAT ha notificato che con riferimento alla domanda di finanziamento del progetto “Lavori di recupero agricolo e ambientale area collinare versante est-nord-sud del Lago di Cavedine – primo intervento” ai sensi dell’art. 35 della L.P. 4/03 con determinazione del dirigente del servizio agricoltura n. 1157 di data 20/12/2016 modificata con la n. 1161 del 20/12/2016 è stato concesso un contributo pari a Euro 1.566.120,00.- su una spesa ammessa di Euro 1.957.650,00.-.

L’importo a carico del Consorzio, sempre con riferimento alla spesa ammessa di cui sopra, si quantifica in Euro 391.530,00.-, pari alla differenza fra la spesa ammessa e il contributo.

L’area interessata dall’opera è pari a 92,1051 mq. ritenendo che il beneficio sia lo stesso per tutta la superficie risulta un onere per mq pari a 0,43 euro, come previsto dall’art. 44 dello Statuto.

L’importo così quantificato deve intendersi riferito alla sola spesa ammessa a contributo.

Nel rispetto della prescrizione di cui alla sopra specificata determinazione e con riferimento alla spesa ammessa dalla medesima si porta all’approvazione dell’Assemblea il riparto degli oneri derivanti dalla realizzazione dell’opera non coperti dal contributo provinciale.

Preciso inoltre che la spesa complessiva che effettivamente graverà sul Consorzio e, di conseguenza, sui soci sarà determinata anche da altri fattori, quale l’eventuale ribasso rispetto ai prezzi considerati, le spese non ammesse a contributo, gli oneri finanziari ed altri fattori al momento non prevedibili.

Con i dati in nostro possesso si può stimare la spesa in euro 495.000,00 (circa), dovuta alla differenza tra l’importo dei lavori non oggetto di finanziamento risultante dalla differenza tra importo finanziato (€ 1.957.650,00) e l’importo di progetto (€ 2.451.246,47), che determina un riparto di euro 0,54 a metro quadrato di terreno, ma che in questa assemblea non è oggetto di approvazione.

Preciso inoltre che la realizzazione dell’impianto sulla proprietà privata, quindi l’acquisto delle ali gocciolanti per i vigneti e/o di altro sistema di irrigazione per oliveti o prato e la relativa posa saranno oneri a carico dei consorziati.

Circa le altre possibilità di finanziamento dell'opera, sono stati ripresi i contatti con la Cassa Rurale Alto Garda e Ledro, attuale tesoriere del consorzio, in merito all'anticipazione di cassa deliberata nell'assemblea del 22/12/2017 al fine di avere liquidità necessaria ai pagamenti degli stati di avanzamento dell'opera. la cassa rurale ha confermato la disponibilità di finanziare un FIDO di euro 2.000.000,00 per dar corso ai lavori di realizzazione dell'impianto irriguo, che sarà perfezionata al momento della consegna dei lavori, che avverrà successivamente alla firma del contratto.

E’ stata inoltre verificata la possibilità di accedere a finanziamento da parte del BIM per complessivi 500.000,00 a copertura del pagamento degli stati di avanzamento in quanto il finanziamento provinciale verrà corrisposto ma con tempi che non garantiscono la necessaria liquidità di cassa per provvedere al pagamento delle ditte esecutrici e dei tecnici, che come previsto dal capitolato speciale d’appalto allegato al progetto approvato, dovrà essere bimestrale a presentazione di regolare stato d’avanzamento lavori.

Permettetemi di evidenziare che la concessione del contributo è sicuramente un’occasione irripetibile per il nostro Consorzio, in quanto come certamente saprete, i contributi provinciali sono sempre meno e sempre più difficili da ottenere. Ribadisco pertanto la necessità del sostegno di tutti i consorziati, che non riguarderà solo l'impegno economico per poter sostenere le spese dell'opera, ma anche la collaborazione per la buona riuscita dei lavori nell'interesse generale del Consorzio.

Vorrei inoltre ricordare a tutti voi che i Consorzi di Miglioramento Fondiario (CMF), istituiti con R.D. n. 215 del 1933, si configurano come consorzi privati di interesse pubblico e agiscono su un territorio definito, svolgendo un importante azione nella protezione e nel mantenimento dell´ambiente, la cui azione si esplica in campi specifici come l´irrigazione, la viabilità rurale, la dotazione ed il mantenimento di tutte le infrastrutture indispensabili per un razionale sfruttamento del suolo e per il mantenimento della sua integrità.

Nei consorzi deve pertanto prevalere l’interesse generale e non del singolo, come riportato nell’articolo 2 dello Statuto che vi leggo:

Ritengo pertanto che la spesa da sostenere per la realizzazione dei lavori, che così come quantificata può certamente spaventare, ma sarà distribuita su più anni come per i lavori già eseguiti e portati a termine dal consorzio negli anni passati. E’ un passo importante che se visto dalla giusta prospettiva risulterà un investimento che porterà benefici non solo al consorzio nel suo complesso ma soprattutto al singolo, come meglio ci spiegheranno il Presidente della Cantina di Toblino e della Agraria di Riva del Garda.

Ringrazio tutti voi dell’attenzione. Prima di passare all’approvazione del riparto delle spese vi invito a chiedere chiarimenti avendo questa sera la presenza del dott. Cattani, del dott. Pancheri e del direttore dei Lavori ing. Raia.

Al termine il Consiglio ha il piacere di augurarvi buone feste con un brindisi.

Grazie.”.

I consorziati chiedono alcune informazioni sulla realizzazione dell’impianto e sui fondi che saranno interessati dai lavori.

La Presidente passa quindi la parola al Presidente della Cantina di Toblino – sig. Lutterotti Bruno - e al Presidente della società cooperativa Agraria Riva del Garda - sig. Planchenstainer Giorgio, i quali intervengono per sottolineare l’importanza della risorsa agricola nei fondi. In particolare sottolineano che la zona è particolarmente vocata per la produzione di uva e olive e che la risorsa idrica potrà garantire livelli qualitativi e quantitativi più elevati, garantendo maggior reddito ai produttori, che in pochi anni vedranno ricompensato l’impegno economico che ora viene chiesto di sostenere per la realizzazione degli impianti.

Inoltre sottolineano che la Cantina di Toblino e l’Agraria di Riva del Garda sono a disposizione per supportare i consorziati nelle scelte colturali che vorranno intraprendere e auspicano che i consorziati non si lascino sfuggire questa importante occasione per rivalutare i propri fondi.

L’assemblea approva a maggioranza dei presenti (solo 3 glinastenuti) i punti allordine del giormo.

I lavori tanto atteso inizieranno quindi a gennaio del 2019.

itenfrdeplptrorues

Prossimi eventi

16 Lug
17 Lug
CAVEDINE - Filò d'arte e cultura
17 Lug 2019 20:30 - 21:30
18 Lug
CAVEDINE- Filò d'arte e cultura
18 Lug 2019 20:30 - 21:30
19 Lug
VIGO CAVEDINE - I suoni del tempo
19 Lug 2019 21:00 - 22:00
21 Lug
LAGO CAVEDINE - Esercitazione antincendio
21 Lug 2019 08:30 - 12:00
21 Lug
MARGONE - Festa dell'ospite e corsa
21 Lug 2019 10:00 - 17:00

Notizie Regionali

12 Lug 2019 - Comando Truppe Alpine
Nuova sezione sportiva alpina - Brunico

Inaugurata la sezione sportiva Esercito “Alto Adige”.

11 Lug 2019 - Pintarally Motorsport
Pintarally a podio con 8 piloti. Ghezzi terzo assoluto.

Gara di casa la Trento Bondone per la Pintarally Motorsport che schiera al via di questa 69esima edizione [ ... ]

09 Lug 2019 - A.Severin
Escursione storico/culturale - Vigo Lomaso

Nonostante il modesto acquazzone delle 16,30 l'escursione programmata dall'Associazione culturaleMadruzzo.500 [ ... ]

07 Lug 2019 - Ufficio stampa ANA Trento
Commemorazione al Corno Battisti - Pasubio

Corno Battisti 103 anni dopo.

Nazionali

11 Lug 2019 - Comando Truppe Alpine
Esercitazione alpina internazionale - Auronzo di Cadore (BL)

Gli alpini alle Tre Cime di Lavaredo. Le Truppe Alpine in esercitazione internazionale in Veneto.

11 Lug 2019 - Gustavo Vitali
La XXII edizione dei Campionati del Mondo di deltaplano è pronta a spiccare il volo.

Per la quarta volta l’Italia ospita la massima competizione mondiale dopo quelle del 1999, 2008 e del [ ... ]

Fuori Valle

24 Ago
LAGO DI CALDONAZZO - Trentino Swimrun Weekend
24 Ago 2019 10:00 - 25 Ago 2019 13:00
8 Set
AVIO - Palio delle Botti
8 Set 2019 11:00 - 18:30
15 Set

Frase del giorno

Anche un orologio fermo segna l'ora giusta due volte al giorno.
Hermann Hesse
 

Menu utente