Edizione:

Aggiornato il:23 Settembre 17:16.

scritta banner

 
 

Torneo di calcio Beppe Viola - Pietramurata

180205 Calcio 09Domenica 28 Gennaio 2018 si è svolto presso il centro sportivo di Pietramurata , un girone della prima fase della 19° edizione del torneo Pulcini Beppe Viola ".

PIETRAMURATA -  Il Torneo coinvolge 64 squadre provenienti da Trentino,Veneto e Lombardia, che, suddivise, in sedici gironi da 4, si incontreranno Domenica 28 gennaio 2018 (1ª fase), che qualifica la prima e la seconda classificata (32 squadre). Le altre 32, terze e quarte classificate dei gironi della 1ª fase, vengono recuperate, in otto gironi da 4, da giocare Domenica 4 febbraio 2018 (1ª fase bis), che qualifica le prime e seconde classificate dei gironi (16 squadre). Le prime 32 e le successive 16, 48 squadre in tutto, proseguono il torneo, Domenica 11 febbraio, suddivise in dodici gironi da 4 (2ª fase). Le prime e le seconde classificate (24 squadre) s'incontreranno, divise in sei gironi da 4, Domenica 25 febbraio 2018 (3ª fase). Le prime e seconde classificate (12 squadre qualificate) si incontreranno fra loro, divise in tre gironi da 4, Domenica 4 marzo 2018 (4ª fase). Domenica 11 marzo 2018 le prime classificate dei tre gironi suddetti, più una quarta squadra estratta a sorteggio fra le seconde classificate, chiudendo con un girone finale a 4 che si disputa Domenica 11 Marzo 2018. Il girone che si disputava presso il centro sportivo "Guaita" di Pietramurata era composto dai padroni di casa del Guaita, l'Alta Giudicarie, il Pieve di Bono e il Nogaredo. E' stato un pomeriggio all'insegna del divertimento e di quel pizzico di sano agonismo che caratterizza questa fascia di età. Con anche i genitori e altri familiari a fare il tifo dalle tribune. Al termine del gironcino passano il Nogaredo al primo posto con 9 punti e l' Alta Giudicarie che accedono direttamente alla terza fase di domenica 11 Febbraio, mentre il Pieve di Bono e i padroni di casa del Guaita accedono al turno di recupero che si disputerà domenica 04 Febbraio. Le prime informazioni storiche sulla società sportiva furono che prima si chiamava club Ciclistico Libertà e Fratellanza costituito nel 1907 da Giacomozzi Nilo. E durante il periodo del fascio cambio nome in Audax e poi in Guaita .Il nome Guaita deriva dalla Torre(detta in italiano torre di Guardia) che sovrastava il centro storico di Pietramurata . Nel settembre del 1931 venne costruito il primo campo sportivo in località Maso Marocco a fianco della strada statale, nel luogo dove e attualmente insidiata la Meccanica del Sarca in un brullo e sconnesso podere venne ricavato il primo campo da calcio di Pietramurata. Durante il decennio prima dello scoppio della seconda guerra mondiale si giocavano partite definite "amichevoli" ma che portavano alla rivalità con i paesi dove si giocava Cavedine, Arco,Benacense Mori, Fiavè,Condino,Ponte Arche , Stivo e più recenti i confronti con i cugini del Dro e Calavino. Nel dopo guerra verso gli anni 1950 ci fu per un breve periodo la "Scissione" di alcuni giocatori della Guaita passando a una nuova società il "Casale" che duro per alcuni anni. Nel 1956 una sera di settembre precisamente il 7 il Guaita ritorna a essere la squadra del paese di Pietramurata e dintorni e venne costruito il campo sportivo presso l'attuale terreno nei anni 1956 1957.Negli anni 1960 il Guaita raggiunge l' apice della propria storia calcistica vincendo negli anni 1962 1963 il campionato provinciale dilettanti della seconda categoria ,e trionfando nel titolo Regionale che da otto anni era vinto sempre da formazioni dell' Alto Adige. Il campionato provinciale dilettanti di Seconda Categoria fu condotto a pari punti col Michelin di Trento e ci fu uno spareggio giocato a Rovereto dove i leoni giallo blu vinsero x 2 1 contro il Michelin Trento. A quel punto ci furono 2 incontri per l' assegnazione del titolo di campione provinciale di 2° Categoria contro la blasonata Rotaliana di Mezzolombardo, l'incontro di andata a Mezzolombardo termino 2 a 2 . Nel ritorno il 16 Luglio 1963 il Guaita in rimonta vinse 2 a 1 decretando il titolo di campioni provinciali di Seconda Categoria. Con questa vittoria il Guaita va a sfidare nel doppio confronto gli alto atesini del Termeno per il titolo regionale di Seconda Categoria. Nel primo confronto giocato il 23 Luglio 1963 , i giallo blu persero 3 2 nella bolgia di Termeno ma giocarono una signora partita. Nel match di ritorno giocato il 07 Agosto 1963 a Pietramurata in in match giocato con volontà agonismo e una classe ammirevole i leoni giallo blu si sbarazzarono del Termeno con un perentorio 3 a 0 facendo suo l'ambitissimo titolo di Campione Regionale di Seconda Categoria. Nelle stagioni successive il Guaita si misurava con formazioni del calcio dilettante di 1°Categoria come Lancia - Bolzano, Benacense, Passirio Merano, Olivo Olimpia di Arco, Settaurense, Il Termeno , l 'Alense, Merano, Mori , Virtus don Bosco di Bolzano ,Lana , Brixen di Bressanone , ebbene tutte queste grandi si confrontarono con la virtuosa Guaita che impone agli avversari risultati di tutto rispetto. E per alcuni anni la Guaita disputo il campionato di Prima Categoria Dilettanti . Verso gli anni 1970 ci furono la costruzione degli spogliatoi con delle docce fatta in economia dai numerosi volontari che in quel epoca operavano in società. E verso gli anni 1972 1973 la Guaita divenne polisportiva, con delle sezioni di Pallacanestro e Atletica Leggera. Il Guaita nel 1975 ritornò dopo alcuni anni in Prima Categoria Dilettanti e in questo periodo fu creato per la prima volta la creazione di 2 squadre in 2°Categoria e in 3°Categoria in modo da far giocare più ragazzi possibile. Inoltre nel 1975 ci fu una importante decisione del direttivo di allora visto il folto gruppo di ragazzi dai 14 ai 16 Anni di costituire il settore giovanile con l'iscrizione di una squadra allievi allenata all'epoca dal compianto Paissan Andrea . e per le trasferte si impegnarono i genitori dei ragazzi. Nel periodo verso la fine degli anni 70 ci fu un proseguo dell'attività anche con la costituzione di una squadra Giovanissimi che ben figura nel proprio campionato. Si arriva verso la fine degli anni 70 e precisamente nel 1979 con l'avvento del presidente di allora Miorelli Ferdinando detto "Nando" ci fu numerose novità che caratterizzano la storia di questa società . Ci fu la nascita di un attrezzatissimo centro sportivo in grado di soddisfare qualsiasi esigenza agonistica della società, della popolazione locale e pure delle comunità limitrofe. L'Inaugurazione del rinnovato centro sportivo venne durante la stagione 1981 e 1982 (durante i lavori il Guaita gioco le proprie partite a Bolognano sul campo della Stivo). L'Inaugurazione del centro sportivo avvenne il 4 Luglio 1982 dinnanzi a un parterre di autorità comunali militari, e provinciali. In quell'occasione fu costituito il circolo Tennis Guaita oltre che gli sport della Pallavolo, Tamburello,Atletica leggera. Naturalmente un sincero ringraziamento a tutte le persone che quegli anni operarono x la nascita del centro sportivo rinnovato. Durante la festa di inaugurazione del centro sportivo ci fu un amichevole con l' AC Trento e le vecchie glorie della Guaita vincitrice dei campionati negli anni 60 . Durante la presidenza Morelli di concerto con la direzione di allora si diede vita un nuovo accordo di collaborazione tra la Guaita e l'AC Trento stipulato in un Sabato di Marzo del 1987 al termine d un incontro conviviale da parte il Trento con tutto il suo staff (presidente Grigli direttore sportivo Molinari e altri dirigenti più rappresentativi) dall'altra una delegazione del Guaita con in testa presidente Miorelli e il direttivo oltre che al sindaco del comune di Dro di allora Gianni Benuzzi, a far da notaio l'assessore allo sport e turismo di allora Mario Malossini che vedeva giustamente nel Trento e nelle società minori un incentivo capace di consentire alla farfalla del Trentino di liberare le proprie "Ali". Fino a qualche anno prima si sarebbe trattato di una visita di cortesia accettata con magnanimità ma anche distacco dal "grande" per consentire al "piccolo" di vivere qualche ora di gloria. Invece si trattò di un incontro alla pari, nonostante gli obiettivi delle due società fossero e continuino tuttora ad essere diversi. Nel accordo ci fu che il Guaita metterà a disposizione il centro sportivo per il periodo Invernale agli "aquilotti" quando il Briamasco e Trentinello non saranno inagibili (già verificatosi dal resto) Per contro il Trento riconoscerà il servizio in vari modi pagando l'affitto per l'uso del campo,ma sopratutto garantendo in prospettiva uno scambio di giocatori. Inoltre la società del capoluogo metterà a disposizione un allenatore x il vivaio locale. Tale fu il contenuto di questo incontro conclusosi positivamente tra Trento e Guaita i cui frutti non tardarono ad arrivare. Difatti su questa opzione i calciatori più interessanti del nostro vivaio potessero andare nel vivaio e in un futuro in prima squadra del Trento. Infatti tre giocatori della formazione giallo blu vennero impegnati nel settore giovanile del Trento i giovani erano Loris Lever, Mauro Santoni, Nicola Bosetti. Questo accordo prevedeva che i ragazzi più talentuosi potessero confrontarsi in realtà più attrezzate all'epoca. Negli anni 80 il Guaita ritorno dalla terza categoria alla seconda Categoria al termine di una splendida cavalcata . Negli anni successivi il Guaita mantenne la categoria e fece crescere i propri ragazzi del settore giovanile lanciandoli in prima squadra-. Infatti da qualche anno il Guaita segue con cura il proprio settore giovanile facendo crescere i ragazzi e facendo serbatoio alla prima squadra. Inoltre ci furono le vittorie dei campionato Giovanissimi Provinciali nel anno 1983 al termine di un campionato entusiasmante battendo l'ostica Benacense e poi facendo le finali provinciali a Rovereto allo stadio Quercia contro i Valsuganotti del Borgo Valsugana la partita termino 2 a 1 x i giallo blu allenati allora dai mister Berlanda e Comai. Poi negli anni successivi ci furono delle belle soddisfazioni per il settore Giovanile. Durante questo periodo il direttivo guidato dal presidente Ferdinando Miorelli , creo una serie di eventi come Il Natale Giallo Blu , Il gemellaggio con la squadra della polizia della cittadina tedesca di Augsburg, I tornei in Spagna, E la festa dello Sport insomma era un periodo molto intenso per la società. Anche negli anni 1990 dopo la presidenza di Miorelli ci furono vari avvicendamenti in capo alla società con i presidenti Guido Travaglia , Bortolotti Lucia , e Santoni Marco ci furono varie iniziative proposte. Nel 2000 fu presa una decisione importante di non iscrivere per la prima volta la prima squadra a un campionato federale ma di seguire soltanto il settore giovanile. Dal 2005 si riparti con il progetto della prima squadra nel campionato di seconda categoria e si sfiorarono negli anni i play off promozione in prima categoria. Nella stagione 2010 2011 il Guaita dopo un ventennio ritorna in prima categoria dopo la vittoria in finale Play off a Trento contro il Lizzana per 3 0 . Per quattro stagioni siamo riusciti a salvarci nel campionato di prima categoria. Nel 2014 siamo retrocessi nel campionato di seconda categoria dove attualmente militiamo. Il presidente attuale della Guaita e Stefano Chistè succeduto a Marco Santoni nel 2014. Inoltre da circa venti anni collaboriamo col settore giovanile insieme al U.S.D.Dro per la composizione di tutte le squadre giovanili. e da circa due anni anche col Cavedine Lasino in questo pool del settore giovanile. Inoltre da 3 anni a Giugno presso il nostro centro sportivo Guaita si svolge torneo memorial Nando Miorelli su due giorni il Sabato e la domenica per le categorie Esordienti (Sabato) e la domenica i Pulcini. per due giorni di puro divertimento per ricordare una persona speciale. Durante la festa funziona il servizio bar e cucina.

180205 Calcio 04180205 Calcio 05180205 Calcio 06180205 Calcio 07180205 Calcio 08

180205 Calcio180205 Calcio 01180205 Calcio 02180205 Calcio 03180205 Calcio 06

180205 Calcio 07180205 Calcio 08180205 Calcio 10

itenfrdeplptrorues

Prossimi eventi

23 Set
SARCHE - Il comune incontra i censiti
Data 23 Set 2019 20:00 - 21:00
26 Set
27 Set
TERLAGO - Concerto musica classica
Data 27 Set 2019 20:30 - 21:30
29 Set
TENNO - Visita Casa degli Artisti
Data 29 Set 2019 13:30 - 17:00
30 Set
CAVEDINE - Consiglio comunale
Data 30 Set 2019 18:30 - 19:30
30 Set
CALAVINO - Il comune incontra i censiti
Data 30 Set 2019 20:00 - 21:00

Notizie Regionali

23 Set 2019 - Francesca Rocchetti
Accordo tra enti storici - Trento

Firmato oggi l'accordo di collaborazione tra TSM Trentino School of Management e Fondazione Museo Storico [ ... ]

23 Set 2019 - Stefania Casagranda

Con le premiazioni dei carri della tradizionale sfilata si chiude la 62° edizione della Festa dell'Uva.

20 Set 2019 - Soccorso Alpino Trentino
Ancora un volo fatale - Marmolada

Incidente mortale: pilota di parapendio precipitato in Marmolada.

19 Set 2019 - Magg. Matteo BOSCHIAN BAILO
Cambio di comando - Trento

Cambio di comando al XXXI Battaglione guastatori "Iseo".

Nazionali

22 Set 2019 - Club Alpino Italiano
3° raduno Family CAI - Salsomaggiore Terme

250 partecipanti alla terza edizione Raduno nazionale Family CAI.

20 Set 2019 - redazione
53ª Fiera del Riso - Isola della Scala

Sua maestà il risotto alla Fiera del Riso.

Fuori Valle

4 Ott
TRENTO - Concerto Coro Paganella
Data 4 Ott 2019 20:30 - 21:30
27 Ott
VILLA LAGARINA - La mini lagarina
Data 27 Ott 2019 14:00 - 15:00
30 Ott
CESENA - 1° Campionato europeo canarino di colore
Data 30 Ott 2019 09:00 - 3 Nov 2019 17:30

Frase del giorno

Quando l'ascia entrò nel bosco molti alberi dissero -almeno il manico è dei nostri-
Proverbio Turco.
 

Menu utente