Edizione:

Aggiornato il:23 Settembre 13:19.

scritta banner

 
 

Dichiarazione volontà donazione organi - Vallelaghi

images 2Il Comune di Vallelaghi ha aderito al progetto “Donare gli organi: una scelta in comune” per il via alla registrazione sulla donazione di organi e tessuti in occasione del rilascio/rinnovo della carta di identità.

VALLELAGHI - E' data l'opportunità ai cittadini maggiorenni di esprimere la propria volontà alla donazione di organi e tessuti. La dichiarazione dal 4 maggio 2017 può essere presentata anche presso il Comune ma solo in occasione del rilascio della carta d'identità. La persona potrà esprimere, sottoscrivendo l’apposito modulo, sia una volontà positiva che una volontà negativa alla donazione. Le dichiarazioni raccolte verranno inserite immediatamente nel Sistema Informativo Trapianti a disposizione in tempo reale del Sistema Sanitario Nazionale.

In Italia ci si può rivolgere all'AIDO - Associazione Italiana Donatori Organi che al 31 dicembre 2016 conta 1.355.496 iscritti a livello nazionale, dei quali 20.635 in Trentino e 11.260 in Alto Adige.

Di seguito ulteriori informazioni del Ministero della Salute.

Il sistema dei trapianti in Italia è regolato da una serie di leggi, decreti, normative e direttive europee che garantiscono trasparenza e qualità in ambito di donazione, prelievo e trapianto di organi e tessuti.
Senza donazione non esiste trapianto, ma cosa vuol dire donare? Donare vuol dire regalare, dare spontaneamente e senza ricompensa qualcosa che ci appartiene.
Quando perdiamo una persona amata è difficile, in un momento di sofferenza così profonda, pensare agli altri, pensare a qualcuno che è malato e che, se non avrà un nuovo organo, morirà sicuramente.
Non dare l'assenso alla donazione degli organi di un proprio familiare, che non ha espresso la propria volontà in merito alla donazione, non comporta un prolungamento delle cure intensive, perché quando viene diagnosticata la morte ormai non c’è più nulla da fare e gli organi che non vengono donati saranno sprecati.
Il trapianto è un intervento completamente gratuito per il paziente in quanto rientra nei livelli essenziali di assistenza (LEA), ossia le prestazioni e i servizi che il SSN è tenuto a fornire a tutti i cittadini. Alla base dei notevoli progressi compiuti negli ultimi anni in Italia, in materia di trapianti, vi sono un’organizzazione su scala nazionale, interregionale, regionale e locale sempre più efficiente, campagne di sensibilizzazione mirate ed efficaci e un livello di formazione dei medici eccellente.
Questi elementi contribuiscono a rendere il trapianto un intervento ragionevolmente sicuro e che garantisce il totale rispetto della volontà del donatore. Spesso costituisce, per il ricevente, l’unica opportunità di riprendere a vivere normalmente.
Normative e linee guida in costante evoluzione, collaborazioni scientifiche con i centri di ricerca d’eccellenza in Europa e la pubblicazione sempre aggiornata dei dati relativi a donazione, trapianto e liste d’attesa, concorrono ad assicurare al cittadino la doverosa qualità e trasparenza della rete dei trapianti in Italia. Tuttavia, sebbene le donazioni siano in aumento, esiste ancora un forte divario tra il numero di pazienti in lista di attesa e i trapianti effettuati per anno.
Il trapianto di organi è un intervento di forte impatto mediatico. Fanno notizia i trapianti multiorgano (due o più organi trapiantati sullo stesso paziente) particolarmente critici, oppure quelli d’avanguardia come quello di faccia, che apre la strada a dibattiti etici e filosofici. Tuttavia esistono anche altri tipi di trapianti che, pur non essendo dei “salvavita”, sono utili per poter ripristinare la funzionalità di parti del corpo danneggiate da traumi o malattie. Si tratta di trapianti di tessuti e di cellule, questi ultimi in rapido e costante sviluppo.

Le cellule che possono essere trapiantate sono le staminali emopoietiche, mentre per quanto riguarda organi e tessuti si possono trapiantare:

ORGANI
cuore
fegato
intestino
pancreas
polmoni
reni

TESSUTI
cornea
cute
arterie, valvole cardiache, vene
ossa
muscoli
tendini
membrana amniotica

Nel nostro Paese per la manifestazione della volontà di donare vige il principio del consenso o del dissenso esplicito (art. 23 della Legge n. 91 del 1 aprile 1999; Decreto del Ministero della Salute 8 aprile 2000). Il "silenzio-assenso" introdotto dagli artt. 4 e 5 della Legge 91/99 non ha mai trovato attuazione. A tutti i cittadini maggiorenni è dunque offerta la possibilità (non l'obbligo) di dichiarare la propria volontà (consenso o diniego) in materia di donazione di organi e tessuti dopo la morte, attraverso le seguenti modalità: la dichiarazione di volontà espressa presso gli Uffici Anagrafe di quei Comuni che hanno attivato il servizio di raccolta e registrazione della dichiarazione di volontà, in fase di richiesta o rinnovo della carta d’identità. Nel caso in cui il cittadino decida di esprimere la propria volontà - sia essa positiva o negativa - questa confluirà direttamente nel Sistema Informativo Trapianti, consultabile 24 ore su 24 in modalità sicura dai medici del coordinamento regionale trapianti”. Per conoscere i Comuni che, ad oggi, hanno attivato questo servizio è possibile consultare la sezione dichiarazioni di volontà del Sistema Informativo Trapianti. Nella sezione una scelta in comune è possibile trovare i riferimenti normativi e tutte le informazioni su questa modalità; la registrazione della propria volontà presso la propria Asl di riferimento o il medico di famiglia, attraverso un apposito modulo (disponibile in lingua italiana - doc, 1 Mb e in lingua tedesca - doc, 3 Mb). Queste dichiarazioni sono registrate direttamente nel Sistema Informativo Trapianti (SIT), il data-base del Centro Nazionale Trapianti, che è consultabile dai medici del coordinamento in modo sicuro e 24 ore su 24; la compilazione del c.d. "tesserino blu" (pdf, 20 Kb) del Ministero della Salute o del tesserino di una delle associazioni di settore, che deve essere conservato insieme ai documenti personali; qualunque dichiarazione scritta che contenga nome, cognome, data di nascita, dichiarazione di volontà (positiva o negativa), data e firma, (considerata valida ai fini della dichiarazione dal Decreto ministeriale 8 aprile 2000), anch'essa da conservare tra i documenti personali; l’atto olografo dell’Associazione Italiana Donatori di Organi (AIDO). Grazie ad una convenzione del 2008 tra il Centro Nazionale Trapianti e l’AIDO, anche queste dichiarazioni confluiscono direttamente nel SIT.
Nel caso di potenziale donatore (soggetto di cui sia stata accertata la morte con criteri neurologici), i medici rianimatori verificano se questo ha con sé un documento attestante la propria dichiarazione di volontà o se quest’ultima risulta registrata nel SIT. Se un cittadino non esprime la propria volontà in vita, la legge prevede la possibilità per i familiari (coniuge non separato, convivente more uxorio, figli maggiorenni e genitori) di opporsi al prelievo durante il periodo di accertamento di morte. Pertanto, è bene parlare anche con i propri familiari, poiché, in assenza di dichiarazione, essi vengono interpellati dai medici circa la volontà espressa in vita dal congiunto. Per i minori sono sempre i genitori a decidere, e se anche solo uno dei due è contrario, il prelievo non può essere effettuato.

immagini: vocedistrada.it - redacon.it

images

itenfrdeplptrorues

Prossimi eventi

23 Set
SARCHE - Il comune incontra i censiti
Data 23 Set 2019 20:00 - 21:00
26 Set
27 Set
TERLAGO - Concerto musica classica
Data 27 Set 2019 20:30 - 21:30
30 Set
CALAVINO - Il comune incontra i censiti
Data 30 Set 2019 20:00 - 21:00
4 Ott
LASINO - Festa della zucca
Data 4 Ott 2019 19:00 - 6 Ott 2019 20:00
7 Ott
PERGOLESE - Il comune incontra i censiti
Data 7 Ott 2019 20:00 - 21:00

Notizie Regionali

23 Set 2019 - Stefania Casagranda

Con le premiazioni dei carri della tradizionale sfilata si chiude la 62° edizione della Festa dell'Uva.

20 Set 2019 - Soccorso Alpino Trentino
Ancora un volo fatale - Marmolada

Incidente mortale: pilota di parapendio precipitato in Marmolada.

19 Set 2019 - Magg. Matteo BOSCHIAN BAILO
Cambio di comando - Trento

Cambio di comando al XXXI Battaglione guastatori "Iseo".

19 Set 2019 - SAT Trentino
Il nuovo logo della Società Alpinisti Tridentini - Trentino

Il nuovo logo della SAT.

Nazionali

22 Set 2019 - Club Alpino Italiano
3° raduno Family CAI - Salsomaggiore Terme

250 partecipanti alla terza edizione Raduno nazionale Family CAI.

20 Set 2019 - redazione
53ª Fiera del Riso - Isola della Scala

Sua maestà il risotto alla Fiera del Riso.

Fuori Valle

4 Ott
TRENTO - Concerto Coro Paganella
Data 4 Ott 2019 20:30 - 21:30
27 Ott
VILLA LAGARINA - La mini lagarina
Data 27 Ott 2019 14:00 - 15:00
30 Ott
CESENA - 1° Campionato europeo canarino di colore
Data 30 Ott 2019 09:00 - 3 Nov 2019 17:30

Frase del giorno

Quando l'ascia entrò nel bosco molti alberi dissero -almeno il manico è dei nostri-
Proverbio Turco.
 

Menu utente