Edizione:

Aggiornato il:21 Agosto 17:13.

scritta banner

 
 

Nel bellunese con il circolo culturale e ricreativo - Pergolese

170505 Pergolese 3In gita a Canale d’Agordo nel bellunese.

PERGOLESE - Martedì 25 aprile 2017. Di buon mattino un pullman carico di un bel gruppo di persone lascia il bel villaggetto tra i vigneti della Valle dei Laghi per andare alla volta di Canale d’Agordo nel Bellunese. Il gruppo è guidato da Lisa Bassetti Presidente del circolo culturale ricreativo del luogo e di recente nomina. Castel Toblino, Bus de Vela e la valle dell’Adige sono i luoghi che si presentano in primo luogo ai gitanti. Poi la Valsugana con i castelli di Pergine, Telvana e Ivano. I laghi di Levico e Caldonazzo (650 ettari) e il fiume Brenta che sonnolento scende dal Trentino nella pianura veneta. Una corona di monti si vede in tutto l'itinerario: Bondone, Gaza, Canfedin , Paganella, Calisio, Celva, Marzola, Vigolana, Fravort, Panarotta, Pizzo di Levico. Dalla Valsugana attraverso la caratteristica galleria si passa nel Veneto per lambire Feltre, Belluno e salire a Canale d’Agordo. Alla sinistra il gruppo delle Pale di san Martino con il Sass Maor, il Velo della Madonna, la Rosetta, il Cimon dela Pala, la Vezzana, i Burelloni con la cima Focobon e il Mulaz. Arrivati a Canale il gruppo si dedica alla riflessione, alla preghiera, alla storia sostando nella chiesa e nel museo dedicato ad Albino Luciani diventato Papa nel 1978: Giovanni Paolo I. Con il doppio nome voleva ricordare i Papi che lo avevano preceduto: Giovanni XXIII (Roncalli) e Paolo VI (Montini). Un pranzo comunitario è, come si dice ora, il focus della gita. L’esperienza della gita o del viaggio culturale storico religioso muove la fantasia, soddisfa il cuore e concorre a rinsaldare le vecchie conoscenze di amici ed a formarne di nuove. E’ sempre così in ogni uscita. Siamo in montagna e si procede salendo per il ritorno in Trentino al passo Valles m. 2033 dove una sontuosa costruzione aspetta i turisti dell’estate. C’è anche una piccola chiesetta tutta in legno dedicata a Sant' Enrico imperatore tedesco sepolto con la moglie Cunigunda nel caratteristico duomo con 4 campanili a Bamberga. Sant' Enrico perché questo era il nome del pioniere del Valles venuto lassù nei trascorsi decenni. Discesa dal Valles con uno sguardo alla malga Valazza incontrata sulla destra. E’ chiusa, ma lo sarà solo per qualche settimana perché i Turra e gli Jagher abitanti a Tonadico in via Eisenponeri arriveranno con mogli , figli e figlie, cuochi, sorridenti fanciulle, pastori con le vacche ...tutti al lavoro per la stagione estiva. Più in là mentre il pullman scende la ripida strada ci sono la Veneggia e la Venegiota ai piedi delle Pale, panorama!? Il più bello del Trentino, dalla sinistra il Mulaz per poi arrivare al Zimon dela Pala . La giornata fredda e grigia incoraggia i gitanti a fare il proposito di tornare in estate. La discesa continua e si arriva al lago di Forte Buso. Qualcuno che è avanti negli anni spiega al gruppo di esser passato in corriera per andare al Rolle e a San Martino nell’estate del 1968 e di aver visto uno spettacolo unico : la squadra dei canottieri azzurri che si allenavano nel lago situato in alta quota in vista delle olimpiadi a Città del Messico che si sarebbero svolte nell’autunno di quell’anno. Sosta al parco di Paneveggio con la vista dei monumentali cervi, degli gli abeti caratteristici per il legno con una risonanza speciale e ricercati dai maestri liutai per costruire violini, viole, violoncelli e contrabbassi. In gennaio, a Trento presso la sede degli allevatori in zona Campotrentino si svolge l’asta delle bore. Gli abeti della val di Fiemme vengono immediatamente acquistati da intenditori di Cremona che dal prezioso legname ricaveranno strumenti per i musicisti. Il giro volge al termine: Predazzo con i grandi prati delle stalle dei Bosin, Ziano, Panchià, Tesero e Cavalese. Da San Lugano e Fontanefredde in breve tempo si guadagna la valle dell’Adige. Scendendo, un pensiero va alla Madonna di Pietralba poco lontana per tornare in autostrada a Trento, ancora una salita dal Bus de Vela e ancora la Madonna nella roccia: la Madonna dei carradori. La Valle dei Laghi con meta Pergolese e il ricordo di una gran bella giornata.

170505 Pergolese 1170505 Pergolese 2170505 Pergolese 4170505 Pergolese 5

itenfrdeplptrorues

Prossimi eventi

22 Ago
LAGOLO - Il comune incontra i censiti
Data 22 Ago 2019 20:00 - 21:00
23 Ago
CASTEL MADRUZZO - Festa della birra
Data 23 Ago 2019 19:00 - 24 Ago 2019 23:00
23 Ago
LASINO - Concerto musica classica
Data 23 Ago 2019 20:30 - 21:30
24 Ago
LAGO TERLAGO - Rifiutiamoci
Data 24 Ago 2019 14:00 - 23:30
25 Ago
LAGOLO - Festa dell'Ospite
Data 25 Ago 2019 09:00 - 21:00
25 Ago
MONTE BONDONE - Green Day
Data 25 Ago 2019 10:00 - 14:00

Notizie Regionali

20 Ago 2019 - Soccorso Alpino Trentino
Soccorsi in montagna Val di Sole e Giudicarie

Tre interventi per l'Area operativa Trentino occidentale del Soccorso Alpino.

17 Ago 2019 - Soccorso Alpino Trentino
Intervento in parete - Siror

La richiesta di soccorso sulle Pale di San Martino per una scarica di sassi e in Val Genova.

16 Ago 2019 - Club Alpino Italiano
Sentiero Italia CAI - Trentino

Sentiero Italia CAI, si cammina lungo le prime tappe del Trentino.

14 Ago 2019 - Soccorso Alpino Trentino
Precipita sulla Torre Cigolade - Trentino

Incidente in parete sulla Torre Cigolade (gruppo del Catinaccio).

Nazionali

20 Ago 2019 - Gustavo Vitali
Italia campione del mondo di parapendio - Macedonia

Il tricolore sventola anche sul podio del 16° Campionato del Mondo di volo in parapendio

18 Ago 2019 - Giorgio Martini
Operazione

Stage di paracadutismo nel Lago di Garda.

Fuori Valle

24 Ago
LAGO DI CALDONAZZO - Trentino Swimrun Weekend
Data 24 Ago 2019 10:00 - 25 Ago 2019 13:00
8 Set
AVIO - Palio delle Botti
Data 8 Set 2019 11:00 - 18:30
15 Set
PIEDICASTELLO - Mercatino oggetti del passato
Data 15 Set 2019 09:00 - 17:00

Frase del giorno

Esistono solo due modi di vivere la vita. Uno è come se niente è un miracolo. L'altro è come se qualsiasi cosa è un miracolo.
Albert Einstein
 

Menu utente