Edizione:

Aggiornato il:18 Settembre 06:28.

scritta banner

 
 

K4 la corsa più estrema del mondo - Cogne

160910 k4

IL 4K premia i suoi vincitori - Si chiude la prima edizione della gara di endurance trail che ha affascinato il mondo: tra sfide estreme e paesaggi straordinari.

COGNE (Valle d'Aosta) - 10 settembre 2016 - Con la cerimonia di premiazione, si è chiusa la prima edizione del 4K Alpine Endurance Trail Valle d’Aosta. Il magnifico prato di Sant’Orso all’interno del Parco Nazionale del Gran

Paradiso, punto di partenza e arrivo della corsa più estrema al mondo (350 km con 25.000 m di dislivello), ha accolto i 309 finisher, campioni di questa avventura. Sul gradino più alto del podio, il vincitore, l’altoatesino Peter Kienzl, 41 anni, dell’ASV Telmekom Team Südtirol che ha tagliato il traguardo con un tempo di 82:53’:31”. Tra i migliori trialisti d'Europa, solo nel 2016 si è aggiudicato il 2° posto al Dolomiti Extreme Trail e alla Südtirol Ultra SkyRace, 3° alle Porte di Pietra e 19° al Madeira Island Ultra Trail. Al secondo posto, Bruno Brunod, Team Forte di Bard – Montura, il corridore del cielo, testimonial della gara con il pettorale 001. Valdostano di 53 anni, ha completato il tracciato in 83:32’:25”. Top runner di fama mondiale, primo campione al mondo di skyrunning, nonché icona di questa disciplina, dal 1995 al 2013 ha detenuto il record di salita e discesa del Cervino e detiene tutt’ora il record del Monte Rosa, dell’Aconcagua, del Monte Elbert. Terzo classificato il francese Yann Bonanni, esperto trailer, tra i protagonisti al Monterosa Walser Trail, che ha impiegato 88:36’:53” per portare a termine la gara.

Tutto italiano il podio femminile. La vincitrice della prima edizione del 4K è Francesca Canepa - Team Forte di Bard, 45 anni, valdostana, ha tagliato il traguardo in 98:04':22'' e nella prima parte della gara è stata in testa ai 615 atleti in gara. Già campionessa di snowboard (per 6 volte in Coppa Italia), è vice campionessa del mondo ai World Series 2

013 di skyrunning e vincitrice della 100 Miles of Istria World Series. Al secondo posto (12^ assoluta) Patrizia Pensa, Team Tecnica - Polisportiva Besanese, 52 anni, lombarda arrivata in 103:38':44''. Sul terzo gradino del podio e 19^ nella classifica assoluta, un’altra atleta lombarda, Giuliana Arrigoni, Team – Tecnica Bg795 Bergamo Stars Atletica –, 51 anni, arrivata in 107:18':38''. Entrambe sono esperte trailer e runner, con all'attivo numerose gare e ottime posizioni in numerose competizioni, tra le quali l’UTMB.

La categoria coppie è stata vinta dai russi Andrey Antipinkskiy e Maxim Vafin che hanno dominato la gara in coppie sin da metà tracciato tagliando il traguardo in 118:12':57''. Seconda coppia classificata (65° classifica assoluta) Pierino e Matteo Stacchetti – padre e figlio Classe 1956 e 1981 di Aosta che hanno portato a termine la loro impresa in 123:43’:06”. Terza classificata (107° posto assoluto) la coppia Davide Conardi e Alberto Furlan con 129:40’:30” per finire il percorso.

Il Presidente della Regione Autonoma Valle d'Aosta, Augusto Rollandin, che ha contribuito attivamente all'ideazione e organizzazione della gara, ma vi ha anche preso parte come atleta correndo fino alla base vita di Valtournenche (212 km di percorso), ha dichiarato a chiusura della gara: "Oggi possiamo dire di aver avuto la conferma di essere riusciti nel nostro intento, ossia di dare vita a una gara che avesse nella sicurezza e nell’assistenza agli atleti i propri elementi centrali, il tutto, naturalmente, nella consapevolezza di proporre un percorso unico al mondo per bellezza, durezza e caratteristiche tecniche. Il successo di questa prima edizione e il seguito che ha riscosso negli atleti, nel pubblico in Valle e da casa e nei media, oltre che nel grande numero di volontari che ci hanno dato il loro prezioso aiuto, testimonia della bontà delle scelte fatte a beneficio della nostra Regione e della sua promozione nel mondo”.

Per Gabriele Accornero, Direttore dell'Organizzazione 4K e consigliere delegato Forte di Bard "il 4K è un viaggio incredibile che ci ha unito tutti: percorrendolo chi concentrato sulla meta, chi sul percorso, chi da solo, chi con gli amici e chi l'ha vissuto immergendosi nella natura. Dopo una settimana di 4K possiamo certamente concludere che questa non è solo la gara più dura del mondo, ma soprattutto un grande gruppo, una straordinaria sfida che si può vincere solo tutti insieme".

Il Direttore Gara e Sicurezza, Adriano Favre (Direttore del Soccorso Alpino della Valle d’Aosta), si è complimentato con gli atleti per aver saputo partecipare rispettando le regole e il fair play. "E' un elemento molto importante per tutti i collaboratori che, con dedizione, passione e sacrificio vi sono stati vicino, sempre presenti anche nei luoghi più difficili. Se dopo una settimana di gara non abbiamo rilevato nessun incidente e nessun problema, è solo perché tutto si è svolto nel modo corretto". La grande innovazione del 4K, il GPS satellitare obbligatorio per ogni atleta, unito all’attrezzatura anch’essa obbligatoria per far fronte a eventuali emergenze, ha garantito la massima sicurezza della gara riuscendo a controllare in tempo reale, 24 ore su 24, il movimento e le posizioni di tutti i concorrenti che, per primi, hanno sottolineato questo aspetto, ovvero avere la possibilità di correre in sicurezza e tranquillità, concentrandosi sull’aspetto sportivo.

La cerimonia di premiazione ha saputo raccogliere le emozioni di questa settimana, raccontata e seguita attraverso tutti i canali di comunicazione – sito, social, web tv, stampa e tv italiani e internazionali - con numeri estremamente significativi. “Questa è una manifestazione che la Regione ha sentito veramente sua, e ci tengo, a nome di tutta l’Amministrazione, - ha commentato Aurelio Marguerettaz, Assessore al Turismo della Regione Autonoma Valle d’Aosta - a rendere omaggio a tutti quelli che hanno lavorato e dato qualcosa di sé per questa gara. Gli atleti si sono divertiti, hanno gareggiato in sicurezza e le loro famiglie hanno potuto seguirli senza preoccupazioni, sapendo che erano monitorati 24 ore su 24. Questo evento, inoltre, è stato una prova dell’accoglienza e del calore dei valdostani verso i turisti. Infine, grazie a questa gara, i media hanno potuto parlare della montagna solo in modo positivo, e questo era per noi un vero obiettivo”.

itenfrdeplptrorues

Prossimi eventi

22 Set
MARGONE - Festa d'Autunno volo libero
Data 22 Set 2019 10:00 - 16:30
23 Set
SARCHE - Il comune incontra i censiti
Data 23 Set 2019 20:00 - 21:00
30 Set
CALAVINO - Il comune incontra i censiti
Data 30 Set 2019 20:00 - 21:00
4 Ott
LASINO - Festa della zucca
Data 4 Ott 2019 19:00 - 6 Ott 2019 20:00
7 Ott
PERGOLESE - Il comune incontra i censiti
Data 7 Ott 2019 20:00 - 21:00
20 Ott
PERGOLESE - La Grasparola
Data 20 Ott 2019 08:30 - 09:30

Notizie Regionali

17 Set 2019 - Oriana Bosco
Pronti per la Festa dell'Uva - Giovo

62° Festa dell’Uva di Verla di Giovo: tradizione, spettacolo e comunità.

17 Set 2019 - APT Val di Sole
Latte in festa - Rabbi

Grande conclusione il 21 e 22 settembre 2019 in Val di Rabbi per il gustoso evento “Latte in Festa”.

17 Set 2019 - Gustavo Vitali
Fassa Sky Expo 2019, novità per il volo libero

La sesta edizione della rassegna legata al volo libero in deltaplano e parapendio si terrà a Campitello [ ... ]

16 Set 2019 - Soccorso Alpino Trentino
Parapendio precipita in Marmolada

Sono terminate le operazioni di recupero della salma di un pilota di parapendio  che questo pomeriggio [ ... ]

Nazionali

17 Set 2019 - Bruna Biagioni
Hikikomori: facciamo chiarezza - Italia

Un nuovo disagio che riguarda i giovani si affaccia oggi all’attenzione delle cronache: è quello dei [ ... ]

17 Set 2019 - Club Alpino Italiano
In Carnia lungo il sentiero CAI - Friuli

Tra natura e storia in Carnia con il CAI.

Fuori Valle

22 Set
PERGINE VALS: - Camminata per la Vita
Data 22 Set 2019 09:00 - 13:00
22 Set
GIOVO - Marcia dell'uva
Data 22 Set 2019 09:00 - 12:00
4 Ott
TRENTO - Concerto Coro Paganella
Data 4 Ott 2019 20:30 - 21:30

Frase del giorno

Ricorda che non ottenere quel che si vuole può essere talvolta un meraviglioso colpo di fortuna.
Dalai Lama
 

Menu utente