Edizione:

Aggiornato il:19 Luglio 07:55.

scritta banner

 
 

Due giovani donne: impegno e volontà - Cavedine

160810 Ceschini 2Denise e Margot Bolognani di Vigo Cavedine. Un esempio di impegno e volontà di due giovani donne.

CAVEDINE - Venerdì 5 agosto 2016 ho incontrato nel mio ufficio le sorelle Margot e Denise Bolognani di Vigo Cavedine. Non conoscevo di persona le due ragazze (sorelle), le avevo amiche su Facebook e da tempo seguivo le loro esperienze, il loro lavoro ed il loro impegno. Sempre più ero curiosa di capire come le due sorelle fossero riuscite, seppure in ambiti diversi, ad emergere e dare il loro impegno a favore degli altri e a favore della ricerca. Un giorno ho deciso di contattare prima Margot, che era in Africa, e quindi successivamente Denise a seguito della sua aggiudicazione della borsa di Studio Claudio Demattè che le permetterà di partecipare ad un anno di ricerca all’Università di Princeton in USA. Ho chiesto loro la disponibilità a vederci per raccontarmi le loro esperienze così diverse ma così uniche e impegnative. Da Sindaco, mi sembrava necessario conoscere di persona le due ragazze e il vissuto significativo di due concittadine che, ancora molto giovani, stanno però dando il meglio per realizzare i loro sogni. Inoltre ritenevo corretto dare spazio ad esempi come questo che danno certamente lustro a tutta la Comunità di Cavedine. Abbiamo conversato per circa un’ora e posso affermare che subito ho avuto l’impressione e quindi la certezza che la volontà e la capacità di queste due giovani donne dovessero avere la mia attenzione di primo cittadino e quella di una comunità intera. Non escludo che nella comunità di Cavedine ci possano essere anche altri esempi e storie speciali da raccontare, e naturalmente sono disponibile ad incontrare tutti coloro che hanno qualcosa di speciale da raccontare, ma mi sono sentita in dovere di ascoltare due donne che sono l’esempio di cosa si possa fare con l’impegno, la dedizione e la costanza. Le sorelle Bolognani di Vigo Cavedine mi hanno raccontato di quanto già sperimentato e del loro futuro che a breve le vedrà ripartire. Margot tornerà in Africa mentre Denise sarà in USA. Entrambe saranno lontane da casa per un anno e loro due, per impegni diversi, non si potranno incontrare per tutto il periodo. Ho chiesto loro cosa ne pensasse la mamma, due figlie entrambe lontane... Con un sorriso Margot e Denise hanno risposto “la mamma, pur preoccupata come ogni madre sarebbe, è felice di vederci felici, certo ogni giorno dobbiamo mandarle un messaggio e farle capire che stiamo bene”. Conversando con loro ho potuto constatare la voglia di imparare, di fare, di rapportarsi con gli altri e quindi di dare tutto il loro impegno per portare a termine i loro programmi, molto diversi, ma ugualmente difficili ed impegnativi. Salutandole, non nascondo con una certa emozione, ci siamo promesse che nel corso dell’anno ci terremo sempre in contatto ed al loro rientro mi hanno assicurato che insieme organizzeremo una serata dove entrambe racconteranno la loro vita lontana da casa in ambiti diversi. Per farvi capire di cosa si occupano Margot e Denise ho chiesto loro di scrivere qualche riga: “Mi chiamo Margot e ho ventitré anni. Fin da quando ero bambina, non so perché, ho sempre avuto in testa il pensiero di dover andare in Africa. Ed era solamente un sogno lontano, un progetto campato in aria. Ma sono ormai passati tre anni da quando mi sono chiesta: perché non ora? Il momento era finalmente arrivato, mi sentivo pronta ad affrontare il mio sogno. Ed è così che sono partita per la mia prima esperienza nell'Orfanotrofio di Tosamaganga, in Tanzania, esperienza durata un mese, un mese che però mi ci ha fatto lasciare il cuore. Così, una volta rientrata in Italia, avevo un solo obiettivo in testa: tornare dai miei bambini. Ho quindi finito il mio terzo anno di università, mi sono laureata in Scienze del Servizio Sociale, ed ho lavorato stagionalmente come animatrice per poter guadagnare un po', e il prima possibile sono ripartita per quella che ho tanto sentito la mia Casa. Ho così trascorso sei mesi in Tanzania, da dicembre 2015 a maggio 2016, in un orfanotrofio con 86 bambini dagli 0 ai 6 anni che si sono uniti a me, corpo e anima, diventando la mia famiglia e parte della mia vita. A settembre partirò per una nuova avventura, un anno di Servizio Civile Internazionale nel Centro Orfani di Ilembula (Tanzania). In tanti mi chiedono che cosa farò una volta tornata qui. Io non lo so. So solo che ora voglio vivermi la mia Africa, a cuore aperto come ho sempre affrontato ogni situazione, con l'umiltà ed il rispetto per l'altro che chi vuole viaggiare deve sempre portarsi in valigia." “Sono Denise Bolognani (26 anni), dottoranda in Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica, laureata con 110 e lode in Ingegneria civile all’Università di Trento lo scorso ottobre. Il mio progetto intitolato “L’equivalente meccanico dell’inferenza logica”: L’inferenza statistica, seppur involontariamente, è un processo logico molto ricorrente nella vita di tutti i giorni. Lo scopo del progetto è proporre un metodo quantitativo per l’inferenza statistica basato su un’analogia formale tra il mondo della meccanica e quello della logica. L’obiettivo è quello di creare uno strumento semplice e veloce per convertire schemi meccanici in problemi logici ordinari, come per esempio la creazione di un “portafoglio ideale” nel campo finanziario o la rappresentazione logica dei meccanismi che generano un processo nel mondo della giurisdizione. La risoluzione di questi schemi meccanici richiederà l’applicazione delle regole base della meccanica e della matematica, divenendo così alla portata anche di tutti coloro che non hanno molta confidenza con le onerose formule della teoria delle probabilità. In particolar modo, l’estensione alle scienze cognitive ci permetterebbe di andare a rappresentare meccanicamente, dandone quindi una traduzione scientifica, tutti quei meccanismi logici che il singolo si trova ad affrontare nel momento in cui compie una scelta razionale. Queste euristiche sono delle “scorciatoie mentali” che le persone mettono in atto in modo inconsapevole. Di conseguenza, sono molto difficili da evitare poiché ci accorgiamo di averle usate solo a posteriori, cioè dopo averle effettivamente applicate ai nostri giudizi. Tradurle nel mondo della meccanica avrebbe sicuramente un riscontro positivo e un grande impatto, portando un grande contributo alla teoria delle decisioni, disciplina molto rilevante in ambito economico e nelle scelte di impresa all’interno del mercato. Grazie a questo progetto, mi sono aggiudicata la decima edizione della borsa di studio intitolata a Claudio Demattè, con cui, grazie alla dote di 25mila euro, potrò continuare i miei studi oltreoceano, all’Università di Princeton nello stato del New Jersey (USA). La cerimonia di assegnazione si si è tenuta Lunedì 20 giugno nella sede della Fondazione Bruno Kessler a Trento. ll premio è stato istituito orami oltre dieci anni fa per iniziativa del Comitato Amici di Claudio Demattè, in collaborazione con Università di Trento e Fondazione Trentino Università. Il premio cerca di valorizzare imprenditorialità, coesione sociale e sostenibilità, energie rinnovabili e internazionalizzazione dei progetti di studio di giovani promesse della ricerca in ogni ambito disciplinare. Il riconoscimento, del valore massimo di 25mila euro, è riservato a laureandi, laureati o dottorandi di qualsiasi area disciplinare dell’Università di Trento e a laureandi, laureati o dottorandi di altri atenei italiani o stranieri, purché residenti in Trentino. Il premio, intitolato all’economista scomparso nel 2004, finanzierà un’esperienza di formazione specialistica all’estero.”. Grazie a Margot e Denise. A nome mio e di tutta la Comunità che rappresento vi auguro ogni bene per questo prossimo anno che vi vedrà “in prima linea” e per il vostro futuro. Vi attendo al vostro rientro. Buona fortuna!

Maria Ceschini

160810 Ceschini 1

itenfrdeplptrorues

Prossimi eventi

19 Lug
MONTE TERLAGO - Festa alpina
19 Lug 2019 20:00 - 21 Lug 2019 21:00
19 Lug
VIGO CAVEDINE - I suoni del tempo
19 Lug 2019 21:00 - 22:00
21 Lug
LAGO CAVEDINE - Esercitazione antincendio
21 Lug 2019 08:30 - 12:00
21 Lug
CAVEDINE - Gara ciclistica
21 Lug 2019 08:30 - 12:00
21 Lug
MARGONE - Festa dell'ospite e corsa
21 Lug 2019 10:00 - 17:00
22 Lug
CAVEDINE - Filò d'arte e cultura
22 Lug 2019 20:30 - 21:30

Notizie Regionali

19 Lug 2019 - Franco Bussola
Fiamme al distributore - Arco

Preoccupante incendio al distributore carburanti.

16 Lug 2019 - Pegasomedia
«Trento Bondone», una macchina complessa - Trento

La Scuderia Trentina puntualizza alcuni aspetti. Non c'è dubbio. La 69ª edizione della «Trento Bondone» [ ... ]

12 Lug 2019 - Comando Truppe Alpine
Nuova sezione sportiva alpina - Brunico

Inaugurata la sezione sportiva Esercito “Alto Adige”.

11 Lug 2019 - Pintarally Motorsport
Pintarally a podio con 8 piloti. Ghezzi terzo assoluto.

Gara di casa la Trento Bondone per la Pintarally Motorsport che schiera al via di questa 69esima edizione [ ... ]

Nazionali

11 Lug 2019 - Comando Truppe Alpine
Esercitazione alpina internazionale - Auronzo di Cadore (BL)

Gli alpini alle Tre Cime di Lavaredo. Le Truppe Alpine in esercitazione internazionale in Veneto.

11 Lug 2019 - Gustavo Vitali
La XXII edizione dei Campionati del Mondo di deltaplano è pronta a spiccare il volo.

Per la quarta volta l’Italia ospita la massima competizione mondiale dopo quelle del 1999, 2008 e del [ ... ]

Fuori Valle

19 Lug
PIEDICASTELLO - Festa S.Apollinare
19 Lug 2019 18:30 - 21 Lug 2019 22:00
24 Ago
LAGO DI CALDONAZZO - Trentino Swimrun Weekend
24 Ago 2019 10:00 - 25 Ago 2019 13:00
8 Set
AVIO - Palio delle Botti
8 Set 2019 11:00 - 18:30

Frase del giorno

Quanto più ci innalziamo, tanto più piccoli sembriamo a quelli che non possono volare.
Friedrich Nietzsche
 

Menu utente