Edizione:

Aggiornato il:18 Settembre 06:28.

scritta banner

 
 

Io conosco, io mi difendo - Trento

160716 Violenza Donne 1“Scusami, non so cosa mi sia preso; è stato solo un momento.” “Ti giuro amore, non succederà più, ti amo, ti prometto che cambio.” Regali, fiori, cene fuori scuse, dopo botte e violenze....

TRENTO - Questa è la tragica realtà emersa il 14 luglio 2016 alla conferenza informativa “Io conosco, io mi difendo”, svolto presso la sede del sindacato UIL del Trentino. Questo incontro fortemente voluto dalla presidente dell’ADOC Trento Lucia Vinti, già responsabile segreteria UIL scuola, con l’intervento della dott.ssa Barbara Bastarelli, presidente del Centro Antiviolenza di Trento, assieme all’avvocato Elena Biaggioni, del foro di Trento, e l’insegnante Remo Anesin dell’Associazione Amici delle Arti Marziali. La giornata è stata pensata per far comprendere alla cittadinanza presente i meccanismi che si innescano e che sfociano poi nella violenza sulle donne. È emerso da ricerche ISTAT che le violenze sulle donne per strada, o da parte di sconosciuti risulta essere l’1 o 2 % mentre la maggioranza di costoro vengono violentate da persone conosciute (amici, mariti, colleghi). La dott.ssa Bastarelli ha sottolineato come le donne che si rivolgono ai centri antiviolenza sono spesso vittime di mariti, che si presentano come persone ineccepibili all’esterno, nella società. Dobbiamo quindi smettere di vivere stereotipi: sono persone non acculturate, alcolizzati, poveri o disoccupati. Purtroppo molti che usano violenza contro le donne (mogli in primis) sono invece persone insospettabili, quelli che sono rispettabili. E la donna cosa può fare? Subire? Si spesso lo fa, perché? Perché è mio marito, perché lo amo e non potrei amare nessun altro, perché cambierà me lo ha promesso...e poi la tragedia. Perché come rilevato da studi psicologici, la donna viene confusa da un uomo che non è sempre stato così, ma che piano piano ha iniziato questo tremendo cambiamento, lentamente in modo da poter diventare un predatore. L’avvocato Biaggioni ha sottolineato come sia dura a volte per la donna denunciare questi fatti tremendi (che avvengono nel 97% dei casi entro le mura domestiche), perchè si sente violentata una seconda volta dovendo narrare ad un estraneo fatti intimi, perché teme le ripercussioni di questi uomini che spesso le riducono all’obbedienza con minacce, maltrattamenti. I maltrattamenti sono per definizione legale, tutti quegli atti volti a denigrare, umiliare rendere soggetta all’altro la componente più debole, generalmente la donna. Anche nel campo delle violenze domestiche o quelle meno comuni, per strada, spesso la donna si sente colpevole, sporca, quasi fosse sua la responsabilità di quanto accaduto. I benpensanti che affermano “ va in giro alle due di notte, se l’è cercata”. Ma ognuno di noi ha diritto ad essere libero, e grazie alla convenzione di Istanbul si sono sottolineati gli strumenti giuridici a tutela delle donne, spesso nemmeno conosciuti o rivendicati dagli avvocati. Deve bastare un “no” (ad esempio) perché venga ravvisata un’aggressione, perché il consenso ad un rapporto deve essere chiaro, coerente e soprattutto continuativo, quindi ad un no detto dalla donna, anche se inizialmente consenziente deve seguire un arresto di qualunque azione da parte di un uomo. Questo e molto altro ha sottolineato l’avvocatessa che ha molto a cuore questo tema. L’intervento del maestro di arti marziali Remo Anesin è stato volto a semplici tecniche per difendersi, una piccola infarinatura per dare alcuni strumenti alle donne che si trovassero in condizioni di pericolo. Lucia Vinti ha chiuso la mattinata di aggiornamento, ricordando che le donne hanno dei diritti... diritto ad essere libere, sicure e soprattutto il diritto a non sentirsi in colpa per il fatto di essere donne.

foto: Natascia Marini

160716 Violenza Donne 2160716 Violenza Donne 3160716 Violenza Donne 4

itenfrdeplptrorues

Prossimi eventi

22 Set
MARGONE - Festa d'Autunno volo libero
Data 22 Set 2019 10:00 - 16:30
23 Set
SARCHE - Il comune incontra i censiti
Data 23 Set 2019 20:00 - 21:00
30 Set
CALAVINO - Il comune incontra i censiti
Data 30 Set 2019 20:00 - 21:00
4 Ott
LASINO - Festa della zucca
Data 4 Ott 2019 19:00 - 6 Ott 2019 20:00
7 Ott
PERGOLESE - Il comune incontra i censiti
Data 7 Ott 2019 20:00 - 21:00
20 Ott
PERGOLESE - La Grasparola
Data 20 Ott 2019 08:30 - 09:30

Notizie Regionali

17 Set 2019 - Oriana Bosco
Pronti per la Festa dell'Uva - Giovo

62° Festa dell’Uva di Verla di Giovo: tradizione, spettacolo e comunità.

17 Set 2019 - APT Val di Sole
Latte in festa - Rabbi

Grande conclusione il 21 e 22 settembre 2019 in Val di Rabbi per il gustoso evento “Latte in Festa”.

17 Set 2019 - Gustavo Vitali
Fassa Sky Expo 2019, novità per il volo libero

La sesta edizione della rassegna legata al volo libero in deltaplano e parapendio si terrà a Campitello [ ... ]

16 Set 2019 - Soccorso Alpino Trentino
Parapendio precipita in Marmolada

Sono terminate le operazioni di recupero della salma di un pilota di parapendio  che questo pomeriggio [ ... ]

Nazionali

17 Set 2019 - Bruna Biagioni
Hikikomori: facciamo chiarezza - Italia

Un nuovo disagio che riguarda i giovani si affaccia oggi all’attenzione delle cronache: è quello dei [ ... ]

17 Set 2019 - Club Alpino Italiano
In Carnia lungo il sentiero CAI - Friuli

Tra natura e storia in Carnia con il CAI.

Fuori Valle

22 Set
PERGINE VALS: - Camminata per la Vita
Data 22 Set 2019 09:00 - 13:00
22 Set
GIOVO - Marcia dell'uva
Data 22 Set 2019 09:00 - 12:00
4 Ott
TRENTO - Concerto Coro Paganella
Data 4 Ott 2019 20:30 - 21:30

Frase del giorno

Ricorda che non ottenere quel che si vuole può essere talvolta un meraviglioso colpo di fortuna.
Dalai Lama
 

Menu utente