Edizione:

Aggiornato il:23 Luglio 15:09.

scritta banner

 
 

Valle dei Laghi ed il Foehn

Domenica 27 la Valle dei Laghi e' stata interessata in maniera massiccia da questo fenomeno.

Image
Il percorso di generazione del Foehn 

VALLE DEI LAGHI - Domenica 27 la Valle dei Laghi e' stata interessata in maniera massiccia da questo fenomeno.
Le stazioni di Valle infatti cominciando da quelle più a Nord (stazione di Vezzano) hanno riportato un anomalo ed improvviso rialzo termico fino a toccare i 19.8°.
Già da diversi giorni il vento da nord con cielo sereno era presente, ma nella giornata di oggi la temperatura del vento si è via via elevata per effetto del Foehn, il "vento caldo del Nord".
Una temperatura notevole per il periodo. Molto interessante vedere l'origine del fenomeno che, con l'aiuto del radar di Meteotrentino, e' evidente.
Il Foehn e' un fenomeno che si verifica quando, il vento da Nord/Ovest di origine Atlantica freddo ed umido che spira in direzione Sud/ovest incontra la barriera delle Alpi. Tale massa d'aria e' costretta a salire appunto dalla presenza della catena montuosa ed in tale processo le sue caratteristiche cambiano completamente per fattori dovuti a vari processi termodinamici.
Per semplificare facciamo un esempio; supponiamo che il vento umido giunga alla base Nord della catena delle Alpi con una temperatura di pochi gradi, nella sua fase ascendente tale massa d'aria perderà circa un grado ogni cento metri (aria non satura) il che vuol dire che dopo poche centinaia di metri tale massa d'aria avrà già raggiunto lo zero, ma a questo punto l'aria pur essendo costretta a proseguire la sua ascesa comincia anche a perdere l'umidità condensando in nubi e dando origine a fenomeni precipitativi detti Stau. Su tale versante a Nord infatti (come si vede perfettamente dall'immagine radar meteo Provinciale) si sono verificate precipitazioni.
Image
Il fatto che l'aria si liberi dell'umidità contenuta fa si' che il suo raffreddamento durante la sua scesa, e dopo aver raggiunto la quota di condensazione, non sia più di un grado ogni cento metri ma di soli 0.5°/0.6° (effetto dovuto al calore latente di condensazione). Terminata l'ascesa circa sui 2500-3000 metri, dove si trovano le vette della catena Alpina, tale massa d'aria è oramai arrivata a parecchi gradi sotto lo zero e oramai privata quasi del tutto dell'umidità contenuta. Essendo molto fredda discende in maniera impetuosa e violenta dal versante Sud, fino a toccare anche i 100Kmh all'arrivo in pianura Padana.
Tale massa d'aria viene così sottoposta ad una compressione detta “adiabatica” che le fa guadagnare circa 1 grado ogni cento metri mano a mano che scende, infatti la rapidità del fenomeno non permette all'aria di avere scambi di calore con l'esterno. In tal modo si nota che se in cima alle Alpi la temperatura fosse arrivata ad esempio a -10, scendendo a valle tale massa d'aria guadagnerà quasi 30 gradi giungendo a toccare i venti gradi sopra lo zero una volta arrivata in pianura, o sfiorare i 20° come si è verificato nella giornata di oggi in Valle dei Laghi.
Questo fenomeno si verifica nelle nostre valli in media una decina di giorni all'anno, e può durare da poche ore fino ad alcuni giorni.

Temperature massime registrate durante il fenomeno del giorno 27 dalle stazioni di
meteoweb.valledeilaghi.it 

VEZZANO: 19.8 alle 13.43
MARGONE: 16.8 alle 12.56
PADERGNONE: 19.2 alle 14.02
CALAVINO:18.2 alle 14.40
SARCHE: 15.3 alle 14.01

con valori di umidità che vanno dal 13 a 30%

Da tali dati si nota come il rialzo termico è direttamente connesso al flusso del vento.
le due stazioni di centro valle di Vezzano e Padergnone hanno registrato in pieno l'effetto del vento caldo, come la stazione di Calavino. Anche la stazione di Margone posta a 1000 metri slm circa ha registrato un massima notevole.
La stazione meteo meno influenzata dal fenomeno e' quella di Sarche ma  si puo' spiegare con il fatto che tale stazione di tipo urbano e posta fra le case che hanno schermato l'effetto diretto del vento da Nord.

Fonte: meteoweb.valledeilaghi.it


 

 

 

 

itenfrdeplptrorues

Prossimi eventi

23 Lug
VEZZANO - Assemblea circolo Noi S.Lucia
23 Lug 2019 20:30 - 21:30
26 Lug
STRAVINO - Stravinario
26 Lug 2019 20:00 - 28 Lug 2019 21:00
27 Lug
MONTE BONDONE - Latte in festa
27 Lug 2019 05:00 - 28 Lug 2019 18:00
27 Lug
LAGO DI TERLAGO -Terlago Festival
27 Lug 2019 10:30 - 28 Lug 2019 10:00
1 Ago
CAVEDINE - Filò d'arte e cultura
1 Ago 2019 20:30 - 21:30
2 Ago
MARGONE - Festa dei bidoni rifiuti
2 Ago 2019 19:00 - 22:30

Notizie Regionali

23 Lug 2019 - Oriana Bosco
Sagra di Qualità - San Lorenzo in Banale

Assegnato il marchio "Sagra di Qualità" a 21 eccellenze italiane, tra cui la ciuiga del Banale.

22 Lug 2019 - Soccorso Alpino Trentino
Soccorso in ferrata - Mezzocorona

Intervento lungo la via ferrata Burrone Giovanelli.

19 Lug 2019 - Soccorso Alpino Trentino
Soccorso in montagna - Andalo

Intervento sul Piz Galin: donna elitrasportata all’ospedale Santa Chiara in gravi condizion.

19 Lug 2019 - Franco Bussola
Fiamme al distributore - Arco

Preoccupante incendio al distributore carburanti.

Nazionali

22 Lug 2019 - Ufficio Stampa Marina Militare
Bonifica ordigni in mare - Italia

Continuano senza sosta le attività di bonifica in mare.

20 Lug 2019 - Ski Area San Pellegrino Media Relations
L'alba sulle Dolomiti - Passo San Pellegrino

Lo spettacolo dell'alba dal Col Margherita.

Fuori Valle

24 Ago
LAGO DI CALDONAZZO - Trentino Swimrun Weekend
24 Ago 2019 10:00 - 25 Ago 2019 13:00
8 Set
AVIO - Palio delle Botti
8 Set 2019 11:00 - 18:30
15 Set

Frase del giorno

Quando l'ascia entrò nel bosco molti alberi dissero -almeno il manico è dei nostri-
Proverbio Turco.
 

Menu utente