Edizione:

Aggiornato il:27 Maggio 11:29.

scritta banner

 
 

35° coro «Valle dei Laghi»

35° coro «Valle dei Laghi»
Image
La chiesa parrocchiale, interessante edificio d�architettura sacra moderna costruito in pietra e cemento, non è riuscita a contenere i tanti amici del coro «Valle dei Laghi», nel superbo concerto offerto ai propri estimatori in occasione del 35° anniversario della fondazione. Un importante traguardo, il cui primo atto d�amore, è stato la celebrazione della S.Messa in ricordo dei coristi scomparsi, celebrata dal parroco don Rodolfo Pizzolli. Una serata nella quale i principali protagonisti, almeno in quest�occasione, sono stati i vecchi e nuovi coristi, con un applauso del tutto speciale per i due maestri, i quali hanno avuto il compito di dirigere quest�affermata formazione canora. L�ideatore e primo direttore Sandro Bressan e l�attuale maestro Paolo Chiusole. Gran protagonista, in questi ultimi anni, di un�evoluzione ed una costante crescita del gruppo di Padergnone. Un coro che ha saputo conquistarsi un posto di rilievo nel pur ricco panorama della coralità trentina e nazionale, con prestigiosi riconoscimenti e crescenti apprezzamenti di musicisti specializzati nel settore. Non a caso, proprio in questi ultimi mesi, alcuni dirigenti della Federazione dei cori del Trentino, hanno definito il coro «una delle rare formazioni della coralità tipica della montagna, ad aver scelto ed elaborato un taglio cameristico, melodico e non satino». Ed anche per questo, il brano �Serenata a Castel Toblin�, è stato scelto nel recente cd prodotto dalla federazione dei cori, nel repertorio dei diciotto brani più preziosi delle pur numerose formazioni attive in provincia (ben 181 cori federati). Tra i momenti più significativi di questi sette lustri, da menzionare il disco «Messa delle Dolomiti» inciso con il coro S.Ilario di Rovereto e l�Orchestra del Regio di Parma, oltre alla raccolta «Alpini italiani, Alpini nel mondo», frutto del lavoro congiunto del coro Valle dei Laghi, del coro S.Ilario e del coro Croz Corona di Denno. Ma certamente il riconoscimento più importante, è stata la partecipazione alla manifestazione «Suoni delle Dolomiti», nella quale i venticinque elementi del coro hanno avuto l�onore di esibirsi con la cantante Antonella Ruggiero sui Monti Lessini di Ala. In perfetta simbiosi con una delle migliori interpreti femminili della musica leggera a livello europeo. Esperienza ripetuta al teatro Strehler di Milano, al Vittoriano (monumento nazionale a Vittorio Emanuele II) in Roma, e nell�auditorium Melotti del MART di Rovereto. Tutto questo in un sapiente lavoro di ricerca, perfezione ed intensità interpretativa, con l�aggiunta di un proprio stile dolce, romantico e dell�allegria tipica del canto popolare. R.F. Roberto Franceschini foto: concerto 35° anniversario (Padergnone, 20 gennaio 2007)
itenfrdeplptrorues

Prossimi eventi

Nessun evento trovato

Notizie Regionali

27 Mag 2020 - redazione
Leggera scossa di terremoto - Mori

Un terremoto di magnitudo ML 1.3 è avvenuto nella zona: 3 km W Mori (TN).

27 Mag 2020 - Soccorso Alpino Trentino
Tragedia in alta quota - Gruppo di Brenta

Incidente mortale lungo il canalone Neri.

26 Mag 2020 - Polizia Locale Alto Garda e Ledro
Velocità folle in centro paese - Riva del Garda

111 chilometri orari in viale Rovereto (limite 30) a Riva del Garda: inseguito, identificato e sanzionato.

25 Mag 2020 - Polizia Locale Alto Garda e Ledro
Senza patente da 20 anni - Riva del Garda

Fuga ed inseguimento. Guida la moto (1000 cc) senza patente da 20 anni.

Nazionali

22 Mag 2020 - Club Alpino Italiano
53 vetture per l'assistenza domiciliare - Italia

Il Club Alpino Italiano consegna 53 auto ai volontari ANPAS per l'assistenza domiciliare nelle aree montane.

19 Mag 2020 - Marco Parotti
La Via Francisca - Lucomagno

La Lombardia a piedi: dal confine con la Svizzera a Pavia lungo la Via Francisca del Lucomagno.

Fuori Valle

3 Lug
M.TE BONDONE - 70a Trento Bondone
Data 3 Lug 2020 10:00 - 5 Lug 2020 18:00

Valle dei Laghi

Frase del giorno

Essere potente è come essere una signora. Se sei costretta a dirlo, non lo sei
Margaret Thatcher
 

Menu utente