spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB

La rassegna bibliografica itinerante a Terlago. | Stampa |
di Verena Depaoli   

TERLAGO - Terlago, ieri venerdì 18, si è aperta a Terlago la rassegna bibliografica itinerante sul volontariato. Passata da Padergnone e da Lasino e poi, terminata la settimana a Terlago, approderà in tutti gli altri paesi della valle.

 

 

Terlago, ieri venerdì 18, si è aperta a Terlago la rassegna bibliografica itinerante sul volontariato. Passata da Padergnone e da Lasino e poi, terminata la settimana a Terlago, approderà in tutti gli altri paesi della valle. Nel pomeriggio le scuole elementari con la IV e V classe si sono recati in Canonica per visitare l’esposizione. Interessantissimi i bimbi si sono subito adoperati a raccontare quanto venga fatto nelle loro famiglie per il volontariato. Infatti, spesso l’opera del volontario passa inosservata. Viene data per scontata. Ieri, insieme ai bambini, abbiamo potuto condividere il pensiero di quanti di noi si dedichino attivamente ad attività di volontariato. Chi nella Croce Rossa, chi nella locale Pro Loco, chi nei VVF, chi nei cori, chi nei circoli pensionati, chi nei gruppi culturali o musicali. La spontaneità dei bambini ha subito messo in rilievo l’essenza stessa del volontariato. Ogni bambino ha ritrovato ed identificato l’importante contributo del suo papà, della sua mamma, di un parente, di un amico. Ed è proprio questo: il volontario si dedica al proprio territorio, lo custodisce, lo cura, lo serba con affetto, lo esalta. Il volontario si prende cura dei più deboli, il volontario ricostruisce la nostra memoria. Ma ciò che è parso evidente è che il volontario “fa”, agisce, si muove con amore e dedizione nel proprio ambito. Talvolta le associazioni volontaristiche fanno tantissimo e non serbano poi memoria di ciò che donano, in tempo, in dedizione, in incondizionata passione. Questa mostra itinerante si sta così dimostrando un catalizzatore di ricordi e si sta arricchendo sempre di nuove testimonianze. Ogni fascicolo esposto rappresenta anni di vita, di dedizione, di offerta incondizionata del proprio tempo e dei propri talenti. Ed è stato proprio l’incontro con i bambini, con la loro spontaneità e con la loro freschezza ad evidenziarlo in maniera chiara e semplice: “ il mio papà fa il pompiere, la mia mamma canta nel coro, la mia zia cucina per la pro loco, un mio amico scrive sul giornalino” questa in definitiva è l’anima stessa del volontariato. La comunità che attraverso i suoi componenti cura e custodisce se stessa.
Nel tardo pomeriggio il gruppo di lavoro composto da Rosetta Margoni, Alberta Paris, Matteo Paissan, Enzo Zambaldi, Attilio Comai, Danilo Mussi, Verena Depaoli, Tiziana Chemotti, Paola Lucchetta, Mariano Bosetti (rappresentanti delle varie associazioni culturali operanti in valle) si è poi occupato di esporre al folto pubblico la metodologia utilizzata per la raccolta ed esposizione dei materiali di più di 200 compagini operanti in Valle dei Laghi. Il materiale raccolto infatti non è composto solo di libri, anzi ciò che le associazioni hanno prodotto e portato in esposizione sono locandine, opuscoli, brochure, cartelloni, rassegne stampa, fotografie per finire anche con magliette fuolard e cappellini. L’autentica vita pulsante delle associazioni.
Grazie alla disponibilità di Don Tullio Paris e di Rosa Tabarelli la mostra a Terlago ha potuto approdate nell’aula magna della Canonica. Splendido e ampio locale dove l’esposizione sta esprimendo tutta la sua vivacità, varietà e ricchezza.
Presenti, oltre a innumerevoli persone, rappresentanti o presidenti di tantissime associazioni locali: il neo presidente del Coro Paganella Gregorio Paissan ( al quale facciamo i più vivi auguri), il Comandante dei VVF, Presidenti e rappresentanti dei gruppi ANA frazionali, degli amici di Monte Terlago, del Circolo Pensionati ed Anziani al Fogolar, del Melograno, del GS Trilacum. Inoltre ci hanno onorato della loro presenza l’ex procuratore Francesco Simeoni e Don Gino Donati storico preside delle Medie dell’Aricivescolvile di Trento e l’assessore alla cultura.
Ad aprire la presentazione graditissima presenza di Mara Duiella , la responsabile del punto di lettura di Terlago, che, in occasione del 10° anno di apertura che cadeva proprio ieri, ha voluto ringraziare quanti negli anni si sono adoperati per aiutare il suo importantissimo lavoro.
A conclusione del pomeriggio trascorso insieme una piccola anticipazione della presentazione del libro “Tutti presenti Signora Maestra” di Guido Prati e Verena Depaoli che verrà presentato prossimamente al teatro di Padergnone
.

 

 



Se questo articolo ti piace, aggiungi questa pagina al tuo Social network preferito
Google! Facebook! Yahoo!
Ultimo aggiornamento ( giovedì 12 gennaio 2012 )
 

"Aggiungi commento"

I commenti sono moderati prima della pubblicazione. La Redazione si riserva il diritto alla valutazione del commento prima della eventuale pubblicazione.


"Aggiorna"

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB